BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

RISULTATO BALLOTTAGGI SICILIA 2013/ Diretta, chi vince le elezioni al secondo turno alle comunali

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Definitivi i risultati anche ad Aci Sant’Antonio, nel catanese, dove è stato eletto Santo Orazio Caruso con il 53,96% dei consensi. Il candidato sostenuto dal Megafono-Lista Crocetta e da altre liste civiche ha superato lo sfidante Vincenzo D’Agata, sostenuto da Pdl e liste civiche, fermo al 46,04%.

Il centrosinistra festeggia anche a Comiso, in provincia di Ragusa, dove il nuovo sindaco è Filippo Spataro, sostenuto da Udc, Pd, Territorio e due liste civiche. Il neo primo cittadino è stato eletto con il 52,1%, mentre si è fermato al 47,9% il suo avversario, il candidato del centrodestra Giuseppe Alfano.

Salvo Lo Biundo è stato riconfermato sindaco di Partinico. Il candidato de "Il Megafono" del governatore Rosario Crocetta ha ottenuto nel ballottaggio del comune palermitano 7.763 voti, pari al 55,88% del totale. Si è invece fermato al 44,12% il suo sfidante, Gianfranco Bonnì.

Giungono dati definitivi anche da Modica, comune in provincia di Ragusa. Il nuovo sindaco, dopo 51 sezioni scrutinate su 51, è Ignazio Abbate, candidato sostenuto da Udc e due liste civiche, che ha ottenuto il 63,12%. Staccato l'avversario Giovanni Giurdanella, sostenuto dal Partito Democratico, fermo al 36,88%.

Renato Accorinti ha superato anche il cosiddetto "magic number" di voti necessario per diventare sindaco, cioè 46.210. Quando sono state scrutinate 250 sezioni su 254, il candidato ha raccolto 47.057 preferenze, pari al 52,86%. A quattro sezioni dal termine, invece, Felice Calabrò, a un passo dall'elezione al primo turno, si attesta al 47,14%.

E' ufficiale anche la vittoria di Federico Piccitto a Ragusa. Al termine dello scrutinio (71 sezioni su 71), il candidato del Movimento 5 Stelle si attesta al 69,35%, mentre quello del centrosinistra Giovanni Cosentini non va oltre il 30,65%.

E' ovviamente soddisfatto il nuovo sindaco di Siracusa, Giancarlo Garozzo: "Sento il peso di quello che ora dovremo andare fare, ma c'è grande entusiasmo. Partiremo dagli ultimi, dalle fasce disagiate. Altra priorità, il porto turistico. Dobbiamo sbloccare in fretta i lavori", ha detto davanti al comitato elettorale. "Ho staccato il telefono, troppe chiamate. Con lui ci sentiremo in serata, ma apprezzo il gesto", ha invece detto riguardo il tentativo da parte dello sfidante Reale di contattarlo per congratularsi. "Abbiamo una maggioranza ampia in consiglio ma cercheremo la collaborazione di tutti. Mi spiace per la bassa affluenza, significa che dovremo riconquistare con i fatti la fiducia dei siracusani".