BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

MARINA BERLUSCONI/ Io in politica? Voci senza fondamento. Pascale: il padre non sarebbe d'accordo

Marina Berlusconi non sarà l’erede politica del padre. Lo annuncia in una nota il portavoce della presidente di Fininvest. Francesca Pascale dice anche che il Cavaliere non sarebbe d'accordo

Foto: InfoPhotoFoto: InfoPhoto

Marina Berlusconi non sarà l’erede politica del padre. Lo annuncia in una nota il portavoce della presidente di Fininvest: “Di fronte al ripetersi di indiscrezioni su un impegno in politica di Marina Berlusconi, non possiamo che ribadire quanto già più volte detto in passato: si tratta di ipotesi che non hanno alcun fondamento”. Ad avanzare l’ipotesi di una sua possibile discesa in campo era stato l’ex faccendiere Luigi Bisignani ai microfoni della trasmissione “Un giorno da pecora” su Radio 2, ma è stato rapidamente smentito. Anche Francesca Pascale, attuale compagna di Silvio Berlusconi, pur dicendosi “orgogliosa di essere amica di Marina Berlusconi”, non nasconde che il padre non sarebbe “così d'accordo, considerato quello che è successo a lui da quando è sceso in campo”. Lo ha detto ad Agorà, su Rai Tre, spiegando anche che il leader Pdl “fino al '94 è stato un uomo impeccabile, ma da quando è sceso in campo è stato vessato dalla magistratura italiana”. Anche Renato Brunetta, capogruppo Pdl alla Camera, parlando a Radio 24 ha fatto sapere di non apprezzare "le dinastie, né quelle monarchiche né quelle democratiche". Se quindi Marina Berlusconi vorrà fare politica "la faccia pure, ma non penso sia possibile una investitura a carattere ereditario. Dimostri le capacità, se vale acquisirà ruoli, funzioni, leadership. Io amo il merito, in democrazia è tutto", ha concluso Brunetta.

© Riproduzione Riservata.