BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SICILIA/ Tutti i deputati (meno Beppe Grillo) dicono sì alla legge che "premia" i cittadini

Infophoto Infophoto

Vi è in Sicilia una popolo silenzioso e discreto di persone, volontari e non, che quotidianamente applica una sussidiarietà, spesso tradita nel passaggio dalle parole ai fatti, rendendo servizi insostituibili in tanti campi, non solo in quello socio-assitenziale. Sono coloro che insieme agli utenti pagano per i tagli operati agli enti locali e che ciò non ostante continuano “a tenere aperta bottega”, certo più per amore al prossimo che allo Stato, ma comunque rendendo un servizio ad entrambi.  E’ il loro contributo alla crisi, un contributo che oltre ad essere di speranza è fatto anche di riduzione di salario e talvolta anche di perdita di posti di lavoro.

Questa futura legge dovrà non solo garantire trasparenza e efficacia a tutti i processi, ma valorizzare e promuovere quanto di meglio c’è e può nascere anche grazie ad essa.

Tutto l’associazionismo siciliano è pronto a raccogliere questa sfida. Alla politica e all’amministrazione il compito di reggere il confronto.

© Riproduzione Riservata.