BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ALESSANDRO FURNARI/ La scheda: ecco chi è il "dissidente" pronto a uscire dall'M5S

Alessandro Furnari, deputato del Movimento 5 Stelle, sarebbe a un passo dal lasciare il Gruppo M5S della Camera. Insieme alla collega Vincenza Labriola potrebbe passare al Gruppo Misto

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Alessandro Furnari, deputato del Movimento 5 Stelle, sarebbe a un passo dal lasciare il Gruppo M5S della Camera. Insieme alla collega Vincenza Labriola, infatti, potrebbe presto passare al Gruppo Misto per incomprensioni riguardo la restituzione della diaria e la mancanza di autonomia all’interno del Movimento, dove le imposizioni di Grillo e Casaleggio vengono mal digerite da molti parlamentari. Furnari è nato a Taranto il 27 luglio 1976 e dopo il diploma frequenta il corso di laurea in Scienze della Comunicazione: “Nella mia vita ho dato precedenza al lavoro rispetto allo studio – si legge sul suo profilo M5S - Mi occupo di comunicazione, lavoro come libero professionista facendo corsi di formazione di comunicazione di base. Realizzo siti internet ed ho frequentato vari corsi regionali, per cui sono anche tecnico di commercio elettronico”. Si dice inoltre convinto che "siamo ciò che mangiamo", quindi “sono molto attento alla corretta alimentazione. E' una scelta di salute ed anche etica”. Si definisce un "vegetariano spinto", in quanto in alcuni periodi “rinuncio anche ai derivati del latte. Non mangio carne e pesce. Mangio pochissimi prodotti industriali e molto cibo naturale. Prediligo i cibi crudi e mangio sempre pasta integrale da agricoltura biologica”. “Ascolto, da sempre, Beppe Grillo con molto interesse”, scrive ancora, “da prima che nascesse il MoVimento 5 Stelle. Faccio parte dei gruppi di Beppe Grillo (Meetup) da anni”. Infine ecco il programma che proponeva in vista delle elezioni che poi lo hanno portato a Montecitorio: “Penso che sia arrivato il momento di risvegliare una coscienza civile critica nei confronti della classe politica locale che ha lasciato che Taranto, in questi decenni, fosse l'unica provincia pugliese a subire ed ad assecondare certi servilismi di potere. Il MoVimento 5 Stelle ha già inserito 160 consiglieri in Italia, tra Comuni e Regioni, ed i risultati sono eccezionali. Quando entra qualcuno di noi in Comune è come se entrasse un network. Il nostro ruolo è entrare in Comune come dei disinfettanti. Siamo pronti a far rinascere Taranto ed a tutelare le generazioni future. Il MoVimento 5 Stelle è l'unica soluzione ai problemi di Taranto e dell'Italia”.

© Riproduzione Riservata.