BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BOSSI/ Maroni ha buttato fuori dalla Lega troppa gente

Pubblicazione:giovedì 6 giugno 2013

infophoto infophoto

Negli ultimi tempi Bossi, sempre più isolato all’interno del partito che lui stesso ha creato, ha iniziato a non trattenere più l’irritazione per la piega che ha preso il corso degli eventi. Il ruolo di padre nobile del partito, senza alcun potere effettivo, gli sta stretto, ed ha iniziato ad esternare. Anzitutto, contro Maroni. Lo ha definito un «traditore», e, interpellato da Repubblica, ha spiegato che il presidente della Lombardia non ha neppure gli stessi ideali dei veri leghisti. Oggi, raggiunto dai microfoni del Tg4 ha rincarato la dose. Spiegando che l’ex ministro dell’Interno ha buttato fuori troppe persone dal partito. E che i problemi sarebbero derivati proprio dalle epurazioni. Quando il giornalista gli ha chiesto se non sia stato eccessivo dargli addirittura del traditore, il Senatur si è limitato a bofonchiare: «Quando la gente è nervosa…». Tutto questo,in ogni caso, secondo l’ormai ex leader leghista può rientrare. Rispetto all’ipotesi, inoltre, che la Lega, pur essendo all’opposizione possa far parte del progetto di riforme, ha risposto: «Beh, partono dal federalismo fiscale che ha fatto il mio ministero. E’ rimasto lì in un cantuccio, ma si parte da lì». Quando, infine, il giornalista gli ha chiesto se il grande capo resta lui (su Repubblica, aveva dichiarato: «il capo sono sempre io. Ora mi riprendo la Lega». ha preferito porre fine all’intervista con un semplice: «stop».



© Riproduzione Riservata.