BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

ALFANO/ Il governo non rischia, ma il Pd si dimostri leale

“Berlusconi ha già ribadito di non aver alcuna intenzione di far cadere il governo”. Angelino Alfano, intervistato dal Messaggero, fa il punto sull'attuale situazione politica.

foto Infophotofoto Infophoto

“Berlusconi ha già ribadito di non aver alcuna intenzione di far cadere il governo” e “quando il governo non dovesse averne più ne prenderemo atto, ma intanto evito di inseguire logiche da fantacalcio”. A dirlo, intervistato dal Messaggero, è il vicepremier Angelino Alfano. “Se dovessi dirle la cosa che negli ultimi giorni ha più seriamente messo a rischio il governo anche nella sua dimensione internazionale, è stata la vicenda degli F35. Dove i problemi non sono venuti dal Pdl ma dal Pd”, ha quindi aggiunto. La prossima sfida per la maggioranza è domani, con l’elezione del nuovo vicepresidente della Camera: “Mi sto occupando attivamente di questa vicenda – spiega il ministro dell’Interno - Daniela Santanchè è la nostra candidata senza alternative e non c’è ragione alcuna per cui il Pd debba dire di no. Noi abbiamo votato alle presidenze di commissione esponenti del Pd iper-connotati dal punto di vista partitico, in un quadro di accordi generali per assicurare l’avvio della legislatura dei delicatissimi accordi che hanno dato il via a questo governo. Ora chiediamo al Pd di ricambiarci con la stessa lealtà”. Cosa potrebbe accadere però in caso contrario? “Non sono abituato a concludere le mie frasi con le minacce. Ma certamente ci attendiamo la stessa correttezza che abbiamo avuto noi”, spiega Alfano al Messaggero.

© Riproduzione Riservata.