BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BERLUSCONI/ Il giurista: il ddl ineleggibilità? Una cattiva legge "mascherata"

Berlusconi Berlusconi

Di fatto il ddl punta a stabilire un’alternativa tra chi vuole fare l’imprenditore e chi vuole fare politica. Nei fatti però il testo della nuova norma è costruito abbastanza male. Nell’ipotesi in cui un politico abbia rapporti familiari con imprenditori di una certa consistenza si è indirettamente esclusi dalla politica, anche se non si hanno responsabilità dirette nell’azienda. Ma quello che non mi convince è soprattutto un altro aspetto…

 

E sarebbe?

Il ddl è stato elaborato senza affermare con chiarezza che si trattava di una legge sul conflitto d’interessi. Bisognerà quindi vedere se il Parlamento l’approverà nei termini in cui è stata scritta, o se invece penserà a ipotesi tipo “blind trust” in cui non ci sia sostanzialmente la perdita della proprietà, ma della gestione. Si possono ipotizzare diverse altre modalità per la soluzione del conflitto di interessi.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.