BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

INSULTI ALLA KYENGE/ Anche l'Onu contro Calderoli: affermazione scioccante

Pubblicazione:venerdì 19 luglio 2013

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

La frase di Roberto Calderoli nei confronti del ministro per l’Integrazione Cecile Kyenge è “assolutamente scioccante”. Lo ha detto oggi all’Ansa un portavoce dell’Alto commissario Onu per i diritti umani, commentando le parole del vice presidente di Palazzo Madama che ha paragonato il ministro a un orango. “È un’affermazione assolutamente scioccante per chiunque la faccia, ma ancor di più se a formularla è una persona che è stata ministro del governo in passato e che ha un ruolo importante”, ha detto Rupert Colville. Nonostante ciò, aggiunge, è positivo “il fatto che ora vi sia un grande dibattito e forti condanne pubbliche”, ma non nasconde che quanto accaduto sia “assolutamente inaccettabile”. Non è d’accordo il segretario della Lega Nord, Roberto Maroni, secondo cui chi ha commentato la frase di Calderoli “non è l'Onu. Lo sappiamo chi è, sono quelli che continuavano a criticare il sottoscritto per la lotta all'immigrazione clandestina. Il caso è chiuso”. Dall’estero, anche il Financial Times ha commentato duramente il caso Calderoli-Kyenge: in un editoriale, a firma del giornalista Philip Stephens, viene criticato il fatto che Roberto Calderoli, dopo alcune "mezze scuse" e "una scrollata di spalle" dopo aver paragonato un ministro italiano a un orango, sia comunque rimasto al suo posto. “Immaginate la risposta a un caso del genere a Washington, Londra o Berlino", ha fatto notare il giornalista.



© Riproduzione Riservata.