BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NAPOLITANO/ Vaccaro (Pd): Renzi? No, oltre Letta c'è solo il dirupo...

Pubblicazione:venerdì 19 luglio 2013

Foto Infophoto Foto Infophoto

“Nel gruppo del Pd, c'è stata una discussione seria e praticamente all'unanimità ha condiviso l'idea che il governo deve andare avanti”. Lo ha dichiarato il segretario del Partito democratico, Guglielmo Epifani, secondo cui “si voterà no alla sfiducia ad Alfano e si ritiene che i molti dubbi che sul caso Shalabayeva hanno dimostrato di esserci vadano risolti perché è una vicenda grave e che non sarebbe successa in nessuna altra parte del mondo”. Ilsussidiario.net ha intervistato Guglielmo Vaccaro, deputato del Pd.

 

Condivide le affermazioni del segretario Epifani?

La questione è chiusa, stiamo tutti puntando lo sguardo sulla coda di una vicenda che ha già trovato il suo compimento con le dimissioni del capo di gabinetto del ministro Alfano. Si tratta di una coda polemica, velenosa, da alcuni utilizzata in maniera strumentale, ma destinata a esaurirsi con il passare delle ore.

 

E’ d’accordo con i ripetuti interventi di Napolitano?

Chi vuole avere una bussola per interpretare questa legislatura deve viaggiare tenendosi in tasca il discorso del presidente della Repubblica nel giorno del giuramento per l’inizio del suo secondo mandato. Da lì si parte con parole chiare, ferme, puntuali, che preludono all’approdo di un governo di servizio per il Paese, e da lì non ci si muove.

 

In che senso?

Oltre il governo Letta c’è solo il dirupo. L’esecutivo delle larghe intese sta costruendo un ponte con esercizio di equilibrismo non scontato per portarci di nuovo nel consesso internazionale a testa alta. Come ha ricordato ieri Napolitano, stiamo riconquistando apprezzamenti e considerazione sulla qualità della nostra proposta politica che ha l’Europa come stella polare. Il governo Letta è sinonimo della disponibilità a seguire fino in fondo le indicazioni che vengono da chi ci chiede di attuare risparmi che sono necessari, riforme che sono impellenti e progressi che servono non solo all’Italia, ma al mondo. Il governo Letta sta facendo questo percorso con passo deciso e sicuro, recuperando credibilità ovunque. Fa bene dunque il presidente della Repubblica a ricordarlo.

 

Che cosa ne pensa della posizione critica da parte di Renzi?


  PAG. SUCC. >