BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZIAMENTO AI PARTITI/ I tesorieri di Pdl, Pd e Sel contrari all’abrogazione

Pubblicazione:

infophoto  infophoto

L’abolizione dei finanziamento pubblico ai partiti risulterà più arduo del previsto. L’economista Fabrizio Barca, tanto per cominciare, dando risalto ad una tesi dei politologi Ignazi e Pizzimenti, parte del presupposto che in tutta Europa solo in Svizzera i partiti fanno a meno dei soldi dello Staot. Detto questo, l’ipotesi è quella di imporre un tetto massimo di 30 milioni per le elezioni di Camera, Senato, regionali ed europee. In un ciclo elettorale, quindi, allo stesso partito non potrebbero arrivare più di 120 milioni, contro i 455 previsti dalla legge del luglio 2012. Tali finanziamenti «ripartiti in una quota fissa per ciascun partito e una quota variabile sulla base dei voti ottenuti», sarebbero erogati esclusivamente per le spese effettivamente sostenute e adeguatamente rendicontate. La certificazione e l’ammissibilità di queste spese dovrebbe essere effettuata dalla Corte dei conti. Per il tesoriere del Pdl, Maurizio Bianconi, tuttavia, l’ipotesi è assurda. «I magistrati sono gli unici che si sono dati l'aumento di stipendio: non hanno diritto di parlare». Ancora più assurda, e paragonabile a un provvedimento tipico dell’Unione Sovietica, è l’ipotesi di far certificare il tasso di democraticità interno ad un partito dai giudici della Corte costituzionale. Ugo Sposetti, dal canto suo, tesoriere del Pd, si dice contrario anche al Ddl Letta, che prevede l’abrogazione del finanziamento pubblico con la sostituzione del sistema del 2 per mille: «è una violenza alla democrazia, farò proseliti per bloccarlo». Contrario all’abolizione anche Sel che, per bocca del tesoriere Sergio Boccadutri, afferma: «Noi siamo favorevoli al finanziamento: c'è un cedimento culturale a un modello che, in assenza di leggi che regolino il conflitto d'interessi e le lobby, rischia di essere pericoloso».



© Riproduzione Riservata.