BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BEPPE GRILLO/ Video, On. Tofalo (Movimento 5 Stelle) fa ascoltare Patti Smith in aula, poi ridacchia con i compagni che si nascondono dietro ai fogli

Il deputato salernita ha lasciato a bocca aperta il presidente Laura Boldrini facndo partire la canzone "People have the power" dopo il suo intervento profetico in Aula

Laura Boldrini Laura Boldrini

Il deputato Angelo Tofalo, eletto nella circoscrizione XX Campania 2 per il MoVimento 5 Stelle, ci tiene a sottolineare di essere “un cittadino in Parlamento”, come specifica ampiamente nel suo sito e come non ha mancato di fare sapere - sorrisetto alle labbra - a tutta la Camera dei Deputati. Intervenuto con un breve discorso di retorica in cui ripresenta il classico assioma grillino che vuole che sia il popolo a comandare e non la tanto odiata “kasta”, dà vita a un siparietto che lasciata di stucco persino il composto presidente Laura Boldrini che sembra non gradire l’exploit dell’esuberante deputato. "Una cosa è certa: è solo questione di tempo e il potere democratico i cittadini se lo riprenderanno. Manca poco", tuona al microfono Tofalo con fare profetico post-marxista e, avvicinato il suo iPad al microfono, a coronamento della sua massima, fa partire il ritornello della canzone di Patti Smith “People have the power”. La Boldrini, con fare tra l’ironico e lo scocciato, ribatte: "Ah c'era anche la colonna sonora? Accidenti gli effetti speciali su questa premonizione... Grazie”, e l’aula si riempie degli applausi dei pentastellati, felici di aver assistito all’ennesima trovata originale di uno dei suoi esponenti che va ad aggiungersi a quella del deputato con la giacca arcobaleno e all’infelice appellativo di “innominabile” tributato da Andrea Colletti a Giorgio Napolitano che tanto ha scatenato le ire dei “colleghi” del PD. A giudicare poi dal video che mostra Tofalo mettere in pratica le sue aspirazioni da deejay, e dai suoi due compagni di “banco” che sghignazzano tra loro durante la performance, felici di aver contribuito alla “marachella del giorno”, si può a buon ragione sospettare che i tre non abbiano letto quello che scrive Vito Crimi sulla sua pagina di Facebook. Riferendosi a un anonimo deputato che avrebbe irriso il grillino Matteo Dell’Osso e per cui (giustamente) tutti si sono indignati, l’ex presidente del gruppo parlamentare del M5S pubblica e sottoscrive una nota, chiosata dalla frase "Deputato, non ti pago per fare il pagliaccio in Aula". Una sacrosanta richiesta di serietà la sua, che purtroppo anche i suoi colleghi di "partito" sembrano non aver sempre presente. 

© Riproduzione Riservata.