BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SOLDI AI PARTITI/ Il giurista: chi evoca Mani pulite vuole condizionare il Parlamento

InfoPhoto InfoPhoto

L'aspetto ulteriore, molto concreto, è che la politica ha bisogno di soldi. Dunque il problema è come instaurare un rapporto corretto tra il finanziamento dei partiti e il sistema democratico. In esso i partiti non appartengono a chi li finanzia, ma ai cittadini che li votano. In questa legittimazione trova spazio il finanziamento dei partiti da parte dei loro elettori. Ma se tale finanziamento diviene uno strumento per distogliere il partito dal rapporto con gli elettori − nel caso in cui, in ipotesi, il programma del partito finisce per coincidere con quello dei finanziatori privati − allora è un illecito che merita la sanzione penale.

Quindi, professore?
Quindi occorre una valutazione di merito, senza atteggiamenti preconcetti. In concreto: tra i due estremi − il finanziameno illecito e la mera irregolarità − ci sono nel mezzo una serie di ipotesi che non necessariamente richiedono la tutela penale, ma che possono incorrere in una sanzione amministrativa o di carattere civilistico. Come, appunto, la perdita del finanziamento.

Su Repubblica il presidente dell'Anm, Rodolfo Sabelli, ha ricordato che il finanziamento illecito dei partiti è stato uno dei "pilastri" di Mani pulite. Al quale non si deve rinunciare. Come giudica questo richiamo?
Mi sembra francamente strumentale. In altri sistemi, e penso a Francia, Gran Bretagna e Germania, ci sono state delle irregolarità nel finanziamento ai partiti che sono state punite senza per questo distruggere il sistema politico. Quando si è scoperto che Helmut Kohl aveva gestito per un lungo periodo di tempo dei finanziamenti illeciti, questo ha comportato la responsabilità personale di Kohl, ma non ha travolto la Cdu.

Mani pulite ha fatto questo?
Mani pulite è stata storicamente il momento in cui, per colpire il malcostume, è stata distrutta l'intera tradizione politica italiana: la Dc, il Psi e lo stesso Pci. La cui storia era diversa da quella dei primi due, ma non per questo gli evitò di uscire da Mani pulite immacolato. Anzi. Le sue ombre se mai erano altre: era l'unico partito finanziato da una potenza straniera in opposizione alle democrazie occidentali.

Ha definito "strumentale" il richiamo alle manette di Tangentopoli. Strumentale a che cosa?
Il sistema politico italiano è in una fase di transizione. Evocare, in un momento come questo, l'inchiesta che ha messo fine alla prima repubblica appare quasi come un tentativo di condizionare le decisioni sulla costruzione delle regole. Se una legge è incostituzionale, a dirlo sarà la Consulta; se ci saranno degli illeciti, c'è chi ha il compito di sanzionarli. Dunque?

(Federico Ferraù)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
27/07/2013 - commento (francesco taddei)

dimostrazione ulteriore dello scarso senso della decenza del Pdl-Spa.