BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BERLUSCONI DAY(?)/ Una sentenza "buona" solo per i falchi di Pd e Pdl

infophoto infophoto

Molto. Alcuni giorni fa ha detto: «non farò come Craxi». E’ un’affermazione che significa molto. Ha lasciato, cioè, intendere che non fuggirà in una delle sue proprietà sparse in giro per il mondo. Resterà, e combatterà fino all’ultimo. Sa che da Arcore può continuare a incidere sulla politica italiana. Tanto più che persino Casini ha ormai capito che il futuro del centrodestra non può ancora prescindere da Berlusconi; il leader Udc ha, infatti, auspicato la nascita di un nuovo soggetto sotto l’egida del Ppe. Si dà il caso, tuttavia, che del PpeBerlusconi ne faccia ancora parte a pieno titolo.

è infine la questione giudiziaria

Una condanna radicalizzerebbe lo scontro berlusconiani e antiberlusconiani. E i primi penserebbero che il loro leader è stato condannato ingiustamente al termine di una persecuzione giudiziaria.

E se Berlusconi fosse assolto?

A finire sul banco degli imputai, sarebbe la magistratura. Per questo, l’eventuale annullamento parziale con rinvio all’Appello rappresenterebbe un salvagente per Berlusconi volto a salvare capra e cavoli.

 

(Paolo Nessi)

© Riproduzione Riservata.