BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

SONDAGGI/ Piepoli: la sentenza Mediaset e la legge elettorale non interessano agli italiani

BerlusconiBerlusconi

Il gradimento di Napolitano è molto alto, intorno all’80%, e supera quello di qualsiasi altra istituzione. Come grado di fiducia il nostro presidente è in sostanza il settimo re d’Europa, ha cioè lo stesso indice di gradimento delle sei monarchie del Vecchio Continente. In nessuna delle repubbliche europee il presidente della Repubblica ha un indicatore di fiducia dell’80% come Napolitano. Per esempio Hollande è sotto al 50%, meno quindi di Letta, mentre la regina d’Inghilterra, Elisabetta II, è all’82%.

 

Quanti sono invece gli italiani che hanno fiducia nel governo Letta?

Sono il 50%, un livello abbastanza buono, anche perché la restante parte si divide in un 25% che non ha fiducia nell’esecutivo e un 25% che è indifferente. Si tratta di un dato positivo anche perché è salito, all’inizio era al 40%. In Italia uno che governa e che è onesto piace, e Letta ha l’immagine di essere un galantuomo.

 

Quanti sono gli elettori che vorrebbero ritornare subito al voto?

Circa il 30% degli elettori vorrebbero ritornare al voto entro quest’anno. Si tratta di una frangia che c’è sempre stata anche quando, nella passata legislatura, Berlusconi aveva un’ampia maggioranza in entrambi i rami del Parlamento.

 

Come voterebbero gli italiani se si andasse al voto oggi?

In questo momento circa il 32% voterebbe per il centrodestra, il 32% per il centrosinistra, il 17/18% per Grillo, l’8% per il centro a prescindere dal fatto che sia rappresentato da Monti o Casini e il resto dei voti andrebbe a partiti minori.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.