BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SONDAGGIO SWG/ Per gli elettori dell’M5S, chi lascia è un traditore

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Ormai le defezioni all’interno del Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo sono all’ordine del giorno. Il problema è ancora più grande se si considera che la forza del movimento, (al di là del suo enorme successo elettorale che, comunque, pare non sia destinato a replicarsi), consiste prevalentemente nella coesione interna. In formazioni carismatiche fondate sulla leadership di un solo uomo, nate dal nulla, e in cui gli aderenti non dispongono di un retroterra politico forte, l’unità è tutto. Per questo, inficiarla potrebbe rivelarsi piuttosto pericoloso. Ma come sono considerate le defezioni da chi fa parte dell’M5S? Si è occupato di trovare una risposta al quesito l’istituto di sondaggi Swg. Secondo l’85 per cento dei 5 Stelle, chi lascia non è giustificato perché tradisce il mandato degli elettori. Pensa la stessa cosa il 42 per cento degli elettori del centrodestra, il 36 per cento del centro e il 28 per cento del centrosinistra. Pensa, invece, che chi lascia sia giustificato perché all’interno del Movimento non ci sia democrazia il 15 per cento degli elettori dell’M5S, il 58 per cento di quelli del centrodestra, il 64 per cento di quelli di centro e il 72 per cento di quelli di sinistra.



© Riproduzione Riservata.