BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

LEGGE ELETTORALE/ Pasquino: Porcellum? La Corte non sa che decidere...

infophoto infophoto

Si tratta di un sistema per costringere l’M5S ad allearsi.

I 5 Stelle, invece, vogliono il proporzionale

Dal loro punto di vista è il sistema migliore. Il 25% dei voti gli garantirebbe il 25% dei seggi. Inoltre, impedirebbe a chiunque di ottenere la maggioranza assoluta. Gli altri partiti si troverebbero costretti a chiedere i loro voti.

Quale sarebbe il compromesso più virtuoso?

Il semipresidenzialismo alla francese: elezione diretta del presidente, come dice di volere il Pdl, e doppio turno, come vuole il Pd.

Andrà a finire così?

Non credo. E’ più probabile che si ritoccherà il Porcellum. Introducendo, come vuole il Pdl, il premio di maggioranza al Senato. Forse, il premio sarà attribuito a chi raggiunge il 40%. Al limite, si introdurrà il doppio voto di preferenza di genere.  

Cosa deciderà la Corte costituzionale il 3 dicembre?

La Corte costituzionale non ha idea di come muoversi. L’unico che ha competenze in materia è Mattarella che, dal canto suo, non ha sufficientemente difeso il proprio sistema. Credo che, semplicemente, si libererà del problema dichiarando il quesito inammissibile.

 

(Paolo Nessi)

© Riproduzione Riservata.