BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

SCENARIO/ La vendetta di Berlusconi su Letta e Napolitano

Silvio Berlusconi (Infophoto)Silvio Berlusconi (Infophoto)

Per paradosso, questa situazione di debolezza del Pd potrebbe spingere proprio Berlusconi a innalzare i toni sino alla rottura, per cogliere i democratici a metà del guado, trascinandoli a un voto cui in questo momento non sono affatto preparati. I più lungimiranti fra i dirigenti democratici cominciano ad accorgersi del rischio che si delinea all'orizzonte, e cioè di prendersi la responsabilità di una rottura su un tema bandiera del Pdl come l'Imu e di andare al voto in ordine sparso, senza congresso e senza un nuovo segretario. Per costoro rispondere al Pdl che, semplicemente, abolire la tassa sulla prima casa non si può è decisamente troppo poco e troppo pericoloso.
La fretta di Renzi, da questo punto di vista, sembra animata dal buonsenso: i meccanismi democratici per sanare le ferite di una primavera lacerante si stanno dimostrando troppo lenti, con buona pace del governo, che secondo lo stesso Epifani sta facendo piccole cose buone, ma piccole. 
Lentamente, insomma, il governo guidato dall'ex vicesegretario del Pd Enrico Letta scivola verso la poca lusinghiera qualificazione di "governo amico". Ogni giorno che passa l'esecutivo vede affievolirsi la sua spinta propulsiva, e in questo senso la condanna di Berlusconi ha rappresentato il colpo di grazia delle speranze che, all'ombra del Quirinale, possa aprirsi una seria fase costituente. Ma nella gestione di questa fase delicatissima, sino all'assemblea convocata per il 20 settembre per discutere delle regole delle primarie e della data del congresso, qualunque cosa può accadere, incluso l'essere colpiti dalla controffensiva di un Berlusconi che ormai non ha niente da perdere, ma che ha fatto chiaramente capire di non avere alcuna intenzione di farsi docilmente da parte.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
10/08/2013 - commento (francesco taddei)

se berlusconi lasciasse il partito ad emme marcegaglia il pdl rivincerebbe con ampio vantaggio.