BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MEETING 2013/ Napolitano: senza Europa rischiamo “l’estinzione” dei nostri valori (video)

Pubblicazione:domenica 18 agosto 2013 - Ultimo aggiornamento:domenica 18 agosto 2013, 16.24

Giorgio Napolitano al Meeting di Rimini nel 2011 (Infophoto) Giorgio Napolitano al Meeting di Rimini nel 2011 (Infophoto)

Io considero assurdo avere timore di questi processi. Ritengo che questi giovani costruiscono un futuro per sé e per l'Europa anche uscendo dai confini storici delle proprie antiche nazioni, lavorando insieme. Bisogna non solo formarsi insieme, bisogna anche creare degli spazi di ricerca e di occupazione in comune. Io non tratterrei mai un giovane dall'andare a studiare o fare ricerca fuori d'Italia, convinto che tra l'altro la sua ambizione sia poi di tornare in Italia arricchito da questa esperienza che ha fatto. Non vedo in questo nessuno elemento di smarrimento dell'identità nazionale che non si cancella ma si integra nell'identità europea. Essere europei non significa cessare di essere italiani, spagnoli, francesi o tedeschi, significa sublimare le proprie storie e vocazioni nazionali.

 

Il titolo del Meeting è "Emergenza Uomo", lo dicevamo prima. Ha una sua evocazione personale questo titolo, ha un suo commento su questo tema?

 

Io credo che l'emergenza che viviamo da questo punto di vista è quella di una grave, grave forma di impoverimento spirituale, culturale, di motivazioni umane, di motivazioni non legate soltanto all'immediato interesse materiale. Chi può reagire a ciò? Può reagire la cultura, possono reagire certamente le istituzioni più di quanto non facciano. Possono reagire i sistemi educativi, può reagire molto di più di quanto non faccia il sistema di informazione e possono molto contribuire le grandi organizzazioni sociali comprese quelle ispirate ad una fede religiosa. In questo senso il contributo che viene ai più alti livelli dalla Chiesa cattolica è un contributo che soltanto dei ciechi possono non vedere.

 

La ringrazio Presidente e in questo ringraziamento le porto tutto l'abbraccio del popolo del Meeting.

 

Grazie a lei, molti auguri.

 

Alla pagina seguente il video dell'intervista


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >

COMMENTI
19/08/2013 - MA CHI SE LA BEVE! (Alberto Speroni)

ma secondo voi uno si presenta davanti ad un simile potenziale bacino di voti e si permetterebbe di dire cose politicamente contro producenti?...ma non prendiamoci in giro!

 
19/08/2013 - "..nostri valori"? (Alberto Speroni)

"..... il contributo che viene ai più alti livelli dalla Chiesa cattolica è un contributo che soltanto dei ciechi possono non vedere." Napolitano dunque è..cieco! E L U A N A !!!

 
18/08/2013 - A proposito di valori (Alberto Pennati)

Scusate la domanda: ma questo presidente della Repubblica è la stessa persona che ha lasciato che Eluana Englaro morisse? E nel modo in cui è morta? Ah dimenticavo nei prossimi nostri valori: l'eutanasia.

 
18/08/2013 - quali sono i nostri valori? (Alberto Pennati)

il multicultiuralismo ed il laicismo che cancellano la cultura italiana e la religione cattolica? oppure le conquiste di ieri: divorzio, aborto? oppure le conquiste di domani: l'invenzione dell'omofobia, del femminicidio? di sicuro la storia del presidente della Repubblica e del partito dal quale proviene ha contribuito attivamente nel conseguire questi risultati. E gli effetti si vedono nell'Italia di oggi .... povera Italia!