BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SONDAGGIO SWG/ La rivolta? Manca un vero leader. Ma la seconda Repubblica è peggio della prima

Pubblicazione:

infophoto  infophoto

In molti hanno sottolineato come, in Italia, a differenza degli altri Paesi colpiti dalla crisi, non vi siano ancora stati disordini significativi. O, addirittura, una rivolta sociale. Un sondaggio condotto dall’Swg ha analizzato il perché. Secondo il 37 per cento degli italiani, in Italia non c’è ancora stata una vera e propria rivolta perché, semplicemente, siamo disposti ad accettare molti sacrifici. Per il 24 per cento, invece, manca un vero leader in grado di organizzare la rivoluzione civile. Il 23 per cento degli interpellati è convito che, in verità, la gente abbia ancora a disposizione risorse economiche discrete, mentre il 5 per cento pensa che le persone in grave difficoltà siano in numero limitati. C’è, poi, un 4 per cento che si dice convinto di come la crisi, in realtà, sia meno grave di quello che sembra. Comunque stiano le cose, quel che è certo, è che gli italiani considerano la cosiddetta Seconda Repubblica, posto che essa sia mai stata effettivamente inaugurata, peggiore della prima. Pensa che sia più corrotta della prima il 55 per cento degli italiani (52 per cento di quelli di centrosinistra, 42 di quelli di centrodestra, 33 di quelli di centro, 69 di quelli dell’M5S). Il 38 per cento degli italiani, invece, pensa che non sia cambiato nulla, mentre solamente il 7 per cento crede che sia meno corrotta.



© Riproduzione Riservata.