BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

L’INTERVISTA/ Schulz: "no all'austerità a senso unico"

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Martin Schulz (Infophoto)  Martin Schulz (Infophoto)

Ho seguito con attenzione gli interventi di apertura del Presidente Napolitano e del Premier Letta, e ho apprezzato molto l’attenzione da loro rivolta ai temi europei, così come il contributo che il Meeting ha voluto dare al dibattito europeo con questa edizione focalizzata sull’Europa. Condivido a pieno la preoccupazione espressa da Letta e Napolitano, ma anche la consapevolezza che la soluzione dei problemi italiani, come di quelli greci o tedeschi, passa necessariamente per l’Europa. Questa Europa dobbiamo cambiarla, e per farlo servono le energie di tutti, delle istituzioni, delle organizzazioni come la vostra, ma soprattutto dei cittadini. Per questo vengo a Rimini, un evento chiave nel panorama culturale e politico italiano, per dare un messaggio di speranza ma anche d’incoraggiamento: non basta lamentarsi dell’Europa, dobbiamo rimboccarci le maniche e fare ognuno la nostra parte per renderla più giusta, più vicina ai bisogni delle persone, e più all’ascolto. Il 2014 sarà un anno cruciale, perché per la prima volta ci sarà una campagna elettorale pan-europea che permetterà ai cittadini di scegliere il Presidente della Commissione: è un’occasione che non possiamo permetterci di mancare.

 

(Stefano Filippi)




© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
20/08/2013 - mix di investimenti e disciplina nel trattato (antonio petrina)

La disciplina del trattato di Maastricht ,per coloro che lo hanno steso ed approvato ( vedi:Carli,Draghi,Andreotti,Kohl,ecc.) richiede un mix di investimenti e diciplina,come dice giustamente il presindente UE. Maastricht non è finanza allegra o in deficit spending ,ma investimenti produttivi nel limite dei criteri del trattato.