BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BERLUSCONI/ 1. Lupi: al Pd conviene salvarlo

Pubblicazione:

Maurizio Lupi (InfoPhoto)  Maurizio Lupi (InfoPhoto)

Ripeto, occorre che ci sia responsabilità da parte di tutti. Quello che come Pdl abbiamo chiesto è molto chiaro: che in giunta per le elezioni si entri nel merito del voto. Se lo si fa, non si può che votare contro la decadenza del presidente Berlusconi.

Lei appare ottimista.
Confido nella responsabilità di ognuno.

Berlusconi ha dichiarato che "o l'Italia riprende a correre, o rischiamo di pagare un prezzo altissimo alla crisi". Per correre però occorre che il governo duri.
Sottoscrivo tutto quanto ha detto Berlusconi. Ci sono sentenze che si rispettano ma che hanno condannato innocenti. E questo è precisamente il caso in cui si ha la condanna di un innocente. Perciò rivendichiamo la necessità di un approccio libero da pregiudizi al tema della riforma della giustizia e dell'agibilità politica, perché non si può impedire a un leader come Berlusconi di fare politica. Quanto al governo, è stato lo stesso Berlusconi dopo la sentenza a ribadire il sostegno al'esecutivo. Non dimentichiamo che siamo stati quelli che lo hanno fatto nascere.

Ora però si accusa il Pdl di una posizione strumentale: la giunta salvi Berlusconi per salvare il governo.
Nessuno nel Pdl ha mai fatto questo ragionamento. Ciò che la giunta deve fare è entrare nel merito e decidere, sul caso del senatore Berlusconi, se la legge Severino si può applicare oppure no. Secondo noi, ma anche secondo illustri costituzionalisti, la legge Severino non si può applicare. Non c'è nessun ricatto. Se poi il Pd, come qualcuno ha dichiarato, decide a priori di votare la decadenza di Berlusconi, è una scelta di cui il Pd si assumerà la responsabilità. 

Oggi c'è un vertice ad Arcore. Lei cosa consiglierà di fare a Berlusconi?
Affronteremo le due grandi questioni sul tappeto: la nascita di Forza Italia e i provvedimenti da prendere la settimana prossima. Discuteremo ciò che è meglio per Berlusconi, per il partito e per il paese. 

I "falchi" vogliono le elezioni?
Lasciamo perdere falchi e colombe. Il Pdl è profondamente unito intorno al suo presidente, abbiamo fortemente la coscienza del compito che abbiamo davanti, e lavoriamo per questo. Certo non si può chiedere a noi del Pdl di rinunciare alla nostra storia e alla nostra identità e di rinunciare a sostenere Silvio Berlusconi che rappresenta questa storia e questa identità.

(Federico Ferraù)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.