BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ Il giurista: tutto quello che il Pd non ha capito del voto su Berlusconi

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Silvio Berlusconi (Infophoto)  Silvio Berlusconi (Infophoto)

Vi sono tutte le avvisaglie perché le sentenze (e non solo quella sul caso Mediaset, ma anche le altre che seguiranno) ubbidiscano allo stesso comandamento del 1993 e che sia in atto il tentativo di una nuova ristrutturazione del sistema politico italiano; e che anche questa non sia nell’interesse dei cittadini italiani è facile intuirlo.

Il sistema politico attuale è meno democratico di quanto non fu quello della prima Repubblica. La preoccupazione è che si colpisca di nuovo la politica per ridurre ulteriormente la democrazia. Non bisogna perciò essere un fan di Berlusconi, per comprendere come dal voto sulla sua decadenza dipenda – allo stato – la sopravvivenza della politica in Italia. Sperare, perciò, che il Senato non deliberi la decadenza di B. e attivi la barriera dell’art. 66 Cost., per garantire l’indipendenza della Camera ed elevare un argine contro chi vuole attentare all’attuale sistema politico con un’altra menomazione della democrazia in Italia è un desiderio che nasce dal convincimento che un popolo ha bisogno della politica (anche pessima), tanto quanto della giustizia (giusta).

(1 - continua)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.