BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

GOVERNO/ Lupi: la crisi si può evitare, ma a precise condizioni

Pubblicazione:lunedì 26 agosto 2013

Maurizio Lupi (InfoPhoto) Maurizio Lupi (InfoPhoto)

“Se cadesse il governo per noi sarebbe un errore non andare subito al voto. Ma ci sono ancora le condizioni perché questo non accada”. Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Maurizio Lupi, in un'intervista a La Repubblica, durante la quale però ha precisato: "Questo governo è nato in un momento drammatico per il Paese per una precisa assunzione di responsabilità di Berlusconi e del Pdl, quindi non accettiamo prediche sulla responsabilità. E' chiaro che il governo va avanti solo a precise condizioni". Una di queste è l'eliminazione dell'imposta sulla prima casa: "Ci sono dei paletti che ciascun partito ha piantato e che sono invalicabili - ha chiarito Lupi -. Per noi è l'abolizione dell'Imu. Se questo punto non dovesse essere realizzato, la maggioranza potrebbe sfaldarsi". "Sono convinto che mercoledì ci sarà l'abolizione dell'Imu sulla prima casa. Stiamo lavorando perché ci sia un segnale concreto", ha detto ancora il ministro. L'altro nodo da sciogliere è ovviamente quello relativo al futuro politico di Silvio Berlusconi: "Non chiediamo che si superi la legge per Berlusconi - ha precisato Lupi nel corso dell'intervista - ma che venga applicata senza pregiudizio, ascoltando il parere di numerosi e autorevoli costituzionalisti indipendenti che sostengono che la legge Severino non può essere retroattiva. Ci auguriamo che, sul problema della decadenza di Berlusconi, il Pd dia un segnale di apertura".



© Riproduzione Riservata.