BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ Da Letta a Grasso: ecco dove portano le illusioni di Berlusconi

Pubblicazione:lunedì 26 agosto 2013

Pietro Grasso, presidente del Senato (Infophoto) Pietro Grasso, presidente del Senato (Infophoto)

E i "falchi" del Pd? Anche con Matteo Renzi la sinistra postcomunista in questo caso si cristallizzerà come il "potere temporale" di un "potere giudiziario" che persino secondo Luciano Violante ha bisogno di sostanziali riforme. Decretare in modo spiccio la decadenza di Berlusconi ricorrendo ad un espediente controverso applicato per la prima volta rappresenta un "vulnus" che sarà difficile mettersi alle spalle: dall' "Ha da venì Baffone" all' "Ha da venì la Procura". 

Quel che accomuna i "falchi" di PD e PDL, più in generale, è il "chiamarsi fuori" dai governi da loro presieduti nella "Seconda Repubblica" mettendo sotto accusa in blocco, gli uni, il "ventennio berlusconiano" e, gli altri, gli alleati-traditori che avrebbero vanificato le promesse del Cavaliere. Comunque un fallimento in blocco dei governi di destra e di sinistra.

E' significativo che il Movimento 5 Stelle, che, a partire dalle "larghe intese", era andato in discesa in tutti i sondaggi, ora, in questa gara ad alzare la voce e a considerare un fallimento la politica degli ultimi venti anni, abbia invertito la tendenza e Grillo stia recuperando consenso.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
26/08/2013 - E' vero... paiono proprio bambini capricciosi! (Luigi PATRINI)

Quanta ragione e quante ragioni ha Finetti!!! Troppi (mai generalizzare e fare di ogni erba un fascio!) membri di questo Parlamento si comportano da bambini capricciosi. Dai "grillini", che obbediscono ad un comico che sta fuori dal Parlamento, dimentichi di rappresentare i cittadini elettori (non lui!), ai "falchi" di Centro-destra o di Centro-sinistra, che dimenticano la stessa cosa (anch'essi hanno un "lui" da tutelare?!) e che non ricordano di aver avuto - alternativamente - la maggioranza con Berlusconi o con Prodi e di aver potuto fare tutte le riforme che, se le avessero volute davvero, avrebbero potuto fare, dalla riforma della Giustizia alla legge elettorale, a quella sul "conflitto di interessi": non le hanno fatte perché non le hanno volute! E adesso le promettono: ma chi credono di ingannare? E il Cav., perché dimentica di essere un uomo (non è davvero poca cosa, se è la creatura - l'uomo, non il Cav. - seconda solo a Dio!) e non gli basta aver "governato" (boh?!, così dice) più del Divo Giulio? Perché con un gesto di generosità che lo farebbe passare alla storia (quasi unico esempio, insieme a Benedetto XVI...) non si fa da parte spontaneamente, cioè con un gesto di vera "libertà"? Non dimentichi che ...la natura farà il suo corso e, prima o poi, dovrà accorgersene anche lui!