BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DECRETO DEL FARE/ Governo ancora sotto. Stavolta sul concorso magistrati

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

In queste ultime ore di attività parlamentare prima della pausa estiva, Camera e Senato sono chiamati a votare diversi provvedimenti, che rischiano altrimenti di sforare i tempi utili per la conversione in legge. Tra questi c’è anche il decreto del fare e oggi il Governo è stato battuto nell’aula del Senato sull’emendamento riguardante le regole per accedere ai concorsi per diventare magistrato. L’esecutivo voleva infatti rendere possibile la partecipazione all’esame anche per chi avesse superato lo stage e il primo anno della scuola di specializzazione per le professioni legali, ma due emendamenti di Lega e Pdl, contrari al parere del Governo, sono stati approvati da Palazzo Madama. Ieri il Governo era andato sotto per un ordine del giorno della Lega Nord riguardante l’abolizione della tassa sui telefoni cellulari. È stato invece bocciato un emendamento del Pdl  che mirava ad alzare il limite dell’uso del contante da 1.000 a 3.000 euro.



© Riproduzione Riservata.