BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

M5S/ La Polverini ha chiamato “sfigati” i disoccupati. Ma l’on. del Pdl annuncia querela

La Polverini ha fatto presente non solo di non aver usato alcuna espressione ingiuriosa ma che, addirittura, sono stati i 5 Stelle a voler bloccare un provvedimento a favore dei disoccupati

infophoto infophoto

Renata Polverini, deputata del Pdl ed ex Presidente della Regione Lazio, ieri avrebbe definito al Comitato dei nove (il gruppo di deputati che, all’interno di una commissione, svolge il primo lavoro sugli emendamenti) che gli italiani disoccupati sono «sfigati che aspettano i soldi». Almeno, a quanto ha raccontato il deputato 5 Stelle Micillo che ha, oltretutto, invitato la polverini a scusarsi, dicendole di vergognarsi. Alessio Villanova, vicepresidente del M5S alla Camera, ha dal canto suo affermato di esser rimasto sbalordito, come d’altronde il resto dell’Aula, anche tra i suoi colleghi di maggioranza. Per la precisione, siccome si stava discutendo del decreto lavoro, e aveva fretta, la Polverini avrebbe detto di non poter passare tutta la notte per colpa di questi sfigati di disoccupati. La Polverini, dal canto suo, nega e passa al contrattacco: «Ho dato immediatamente mandato ai miei legali di presentare una querela nei confronti dei deputati Villarosa e Micillo». Poi, ha fatto presente non solo di non aver usato alcuna espressione ingiuriosa ma che, addirittura, è avvenuto l’esatto contrario: sono i 5 Stelle ad aver cercato di bloccare il provvedimento che, ormai, era in votazione per farlo decadere e impedire così «la messa a disposizione di strumenti normativi ed economici che danno più opportunità ai disoccupati “sfigati” inteso come sfortunati in gergo popolare».

© Riproduzione Riservata.