BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

GOVERNO/ Giarrusso (M5S): quindici di noi con il Pd? Una boiata pazzesca

L'ipotesi di una disponibilità di 15 senatori del Movimento 5 stelle ad entrare in una maggioranza di governo con il Pd "è una boiata pazzesca". Lo ha detto Mario Giarrusso.

Mario Giarrusso (Foto InfoPhoto)Mario Giarrusso (Foto InfoPhoto)

Quindici senatori del Movimento 5 Stelle pronti a entrare in una maggioranza di governo con il Partito Democratico? “E’ una boiata pazzesca, senza alcun fondamento". A dirlo è Mario Giarrusso, vicecapogruppo grillino al Senato. Era stata Sonia Alfano, eurodeputato e presidente della Commissione Antimafia al Parlamento Europeo, a rivelare questa ipotesi durante l'ultima puntata del programma televisivo "KlausCondicio", di cui è stata ospite. "Tra i grillini – aveva detto la Alfano - il numero dei cosiddetti dissidenti sta crescendo. Oscilla in base agli umori della politica. Comunque possiamo già parlare di un numero utile. Le posso assicurare che un numero utile per la fiducia c'è, c'era già prima. Siamo a ben oltre 10, direi 15". L’eurodeputata aveva anche aggiunto che questi senatori sarebbero disposti "a discutere alcuni punti imprescindibili sulla base dei quali costruire una intesa col Pd". Immediata la replica di Giarrusso, secondo cui "la Alfano sta giocando con le nostre vite, mettendoci in difficoltà per accreditarsi presso chissà chi, il Pd o altri. Sono notizie completamente false, non ci sono stati incontri con la Alfano, siamo in vacanza". “La linea è chiara e non cambia”, ribadisce l'esponente M5S, “non faremo mai la stampella a Letta e al Pd. Fin dal primo momento, come ha ripetuto più volte Grillo, noi abbiamo indicato la disponibilità per un governo che avesse come base il programma del Movimento 5 stelle. Come è possibile pensare che entriamo in una maggioranza se non si riesce a raggiungere l'accordo su un punto minimo come la riforma della legge elettorale?".

© Riproduzione Riservata.