BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DECADENZA BERLUSCONI/ Cicchitto: no a un Letta bis, Berlusconi rimarrà leader del Pdl

Pubblicazione:mercoledì 11 settembre 2013

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

Una intervista su La Repubblica di oggi a Fabrizio Cicchitto: il tema è quello del giorno, decadenza o no di Silvio Berlusconi dal suo ruolo di senatore, dopo che ieri sera la Giunta del senato ha rimandato il voto. Una decisione questa accolta in modo favorevole dal Pdl. Cicchitto, che si dice sicuro che il leader del Pdl continuerà a fare politica, spiega che il rinvio del voto dimostra che è in atto in Parlamento una trattativa e che le questioni di merito alzate da Augello vanno affrontate con tutto il  tempo necessario. Detto questo Cicchitto spiega che il rischio di una crisi di governo c'è sempre: spero di no dice, e soprattutto spera non ci sia un Letta bis con il Pd alleato del M5S perché porterebbe l'Italia allo sbando. Con anche il rischio delle dimissioni del capo dello Stato. Cicchitto spiega poi come già detto spesso dal Pdl in queste settimane che il caso Berlusconi  è una anomalia politica, vittima di decine di processi per via della sua discesa in campo politico. Venti anni, dice, di uso politico della giustizia. C'è poi il problema della legge Severino che Cicchitto definisce "chiaramente incostituzionale". Il giornalista chiede infine cosa succederebbe se Berlusconi decidessi di dare le dimissioni di sua iniziativa: rimarrebbe il leader politico che è, risponde Cicchitto nei modi e nei tempi che sceglierà. 



© Riproduzione Riservata.