BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MARILINA INTRIERI/ Regione Calabria, non viene chiamata "onorevole": l'ex deputata rifiuta la posta

Non la chiamano "onorevole", e lei si offende. Marilina Intrieri, Garante per l'infanzia della Regione Calabria, ha rispedito al mittente una lettera in cui veniva chiamata "dottoressa"

Immagine d'archivio Immagine d'archivio

Non la chiamano "onorevole", lei si offende. Marilina Intrieri, ex deputata dell'Ulivo tra il 2006 e il 2008 e attuale Garante per l'infanzia della Regione Calabria, ha rispedito al mittente una lettera della Prefettura di Crotone in cui è stata definita "dottoressa". Non solo, a quello che è stato considerato un vero e proprio insulto, ha risposto con una lettera dai toni accesi: la Intrieri ha spiegato di aver respinto la lettera del funzionario della Prefettura di Crotone "perché voglia cortesemente integrarle col pertinente titolo istituzionale. Ho constatato, infatti, dalla lettura delle note a sua firma che mi viene attribuito il titolo accademico e non anche quello di onorevole che mi compete nella mia qualità di deputato della XV legislatura". "Mi sorprende - conclude il Garante - che l'inesattezza rilevata provenga dal massimo ufficio dello Stato sul territorio. Attendo quindi le note corrette". Interpellata successivamente riguardo l'accaduto, la Intrieri non si è detta affatto pentita della sua reazione: "Confermo tutto e aggiungo pure che un'articolazione dello Stato deve rispettare quanto impone il protocollo. Il titolo 'onorevole' rimane anche quando non si riveste più l'incarico di parlamentare".

© Riproduzione Riservata.