BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

RENZI/ Il governo Letta? E' come una bici, sta in piedi solo se corre

Pubblicazione:

Matteo Renzi (InfoPhoto)  Matteo Renzi (InfoPhoto)

"Il governo Letta-Alfano è come una bicicletta: sta in piedi se corre, se resta fermo cade". E’ Matteo Renzi a tornare a farsi sentire, stavolta ai microfoni della trasmissione di La7 Omnibus. "Se dovessi ragionare con il clichè tipico dell’allegro chirurgo della politica – ha aggiunto il sindaco di Firenze – direi che Letta si fa due giri poi tocca a me. Lui ha dieci anni più di me, se mi regolo sulla convenienza personale me ne sto in un angolino e aspetto che finiscano". Il candidato alla segreteria del Pd ha però assicurato di non avere “alcuna fretta di far cadere il governo, ma ho fretta di farlo lavorare”. Secondo Renzi, “il problema del governo Letta-Alfano è che è di larghe intese e ha senso se fa le cose, non se le rinvia. Io non vedo nessuna preoccupazione circa il rapporto tra il governo Letta e me”, però “non dobbiamo diventare campioni mondiali di alibi”, come aveva già avvertito durante l’assemblea. Riguardo al rapporto con Letta, il primo cittadino fiorentino ha detto che “un amico è quello che ti dice in faccia le cose, non quello che ti dice ‘tutto bene’ davanti e poi ti accoltella alle spalle”. Infine il grande rimpianto: “Considero una iattura non poter battere Berlusconi alle elezioni”, ha concluso Renzi, anche perché “ragionevolmente non potrà candidarsi”.



© Riproduzione Riservata.