BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DIMISSIONI MINISTRI PDL/ Zanon: ecco cosa succederà adesso

Pubblicazione:domenica 29 settembre 2013

Angelino Alfano ed Enrico Letta (Infophoto) Angelino Alfano ed Enrico Letta (Infophoto)

Solo se esiste la possibilità di esplorare una nuova maggioranza. Ora però i giochi sono ancora aperti: è vero che i ministri si sono dimessi, ma non è facile capire cosa farà il Pdl di fronte a una richiesta di chiarimento parlamentare. Potrebbe anche orientarsi verso un tipo di appoggio esterno, stare fuori dal governo ma non far mancare il voto a un esecutivo che, però, dovrebbe rimpiazzare i ministri dimissionari. 

In che modo? 
Onestamente questo è difficile da valutare al momento. C'è anche da considerare lo strano caso delle dimissioni di massa dei parlamentari del Pdl, non ancora formalmente presentate agli organi delle Camere ma che però hanno pesato come macigni in tutta la vicenda. 

Davanti ad una eventuale impossibilità di procedere, Napolitano dovrebbe sciogliere le Camere? In altre parole, si andrebbe al voto? 
Questa è una valutazione molto delicata. Tra l'altro tutti sappiamo che Napolitano ha sempre detto, e lo ha ripetuto alla Bocconi pochi giorni fa, che le elezioni anticipate sono un'anomalia tipicamente italiana, mentre la nostra situazione richiederebbe continuità. Ci sono ampie possibilità di scioglimento delle Camere, ma prima di arrivare a questo il capo dello Stato proverà molte strade che evitino le elezioni. Tra l'altro, con la legge elettorale che non è stata cambiata e che rappresenta un ulteriore ostacolo alle elezioni anticipate.

Situazione dunque tutta in divenire. 
Va detto che tutto questo accade in un contesto di crisi economica gravissima con possibilità di assalti speculativi, e chi regge il Paese deve pensare alla reazione che ci sarà intorno ad esso e alla sua credibilità. E' una valutazione che chi è chiamato a decidere non può non fare e che pesa sul percorso istituzionale. Ma al di là di questi aspetti, noi tutti dovremmo avere un giudizio netto su sussulti gravi come quelli rappresentati da queste dimissioni. Sono cose che fanno male al Paese.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.