BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DIETRO LE QUINTE/ Violante: con Berlusconi rischia di finire il Pd?

Pubblicazione:martedì 3 settembre 2013 - Ultimo aggiornamento:martedì 3 settembre 2013, 13.16

Luciano Violante (Infophoto) Luciano Violante (Infophoto)

Sia il nostro elettorato che quello che Pdl sono in fibrillazione per questa alleanza, è evidente; come è evidente che alle prossime elezioni saremo l’uno contro l’altro.

 

Secondo alcuni, le prese di posizione nei confronti della vicenda di Berlusconi fanno pensare che, nel Pd, abbia vinto Marco Travaglio.

No, credo che, semplicemente, sia necessario alimentare il dialogo e la discussione; altrimenti, i toni estremi sono destinati irrimediabilmente a prevalere. Devo dire oggi che il principio di fondo che avevo espresso, ovvero che – semplicemente  – chiunque ha diritto di difendersi, sia stato recepito.

 

Non crede che ancora una volta l’antiberlusconismo si sia dimostrato l’unico collante della sinistra?

Il collante emergerà in maniera definitiva e con una certa forza durante il Congresso, quando saranno presentate le diverse posizioni. Mi pare, in ogni caso, che il senatore Berlusconi – che ha comunque segnato la vita del nostro Paese negli ultimi 20 anni – stia concludendo il suo impegno politico diretto. Non le so dire se questo segnerà anche la fine della cultura politica di cui si è fatto portatore e interprete. Ma questo dipenderà anche dalla forza delle altre culture politiche che occuperanno il campo.

 

(Paolo Nessi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.