BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DIMISSIONI MARONI/ Covre (Lega): Bossi ci ha rovinati, ora tocca a Tosi

Roberto Maroni (Infophoto) Roberto Maroni (Infophoto)

E' tutta gente da pensionare Calderoli incluso, tutti quelli che hanno avuto un ruolo primario negli anni 90. Devono dignitosamente e onestamente fare non un passo indietro ma almeno 44 come i gatti. Svolgano un ruolo di consiglieri importanti, diano una mano, anche perché personaggi come Calderoli hanno portato a casa tanti benefit in questi anni e facciano un passo indietro. Diano consigli se richiesti ma operativamente avanti con i giovani, abbiano l'onestà di ammettere che il loro tempo è finito altrimenti sono intellettualmente disonesti. 

La lega però è composta di tante anime diverse. 
Le anime della Lega è uno dei problemi più grossi e questo è perché non abbiamo l'abitudine a confrontare le idee, a discutere sui progetti e invece continuiamo a parlare delle persone, a confrontarci con nomi e cognomi e questo ci fa dividere. Dobbiamo lasciar perdere le persone e allenarci a usare il cervello per parlare di progetti e idee e attraverso questo decideremo le persone capaci e in grado di guidare il partito. Questo allenamento non lo abbiamo mai fatto per colpa del pensiero unico del signor Bossi, che ci imponeva di volta in volta le sue parole d'ordine. 

Ad esempio? 
Secessione, devolution, Padania… Parole d'ordine imposte e portate avanti, ma non funziona più così, non può più continuare così. Occorre individuare progetti, discuterli, condividerli: prima i progetti poi le persone. 

Quale potrebbe essere il progetto primario che la nuova Lega dovrebbe discutere? 
Quello di riprendere il pensiero, la bandiera del federalismo e costruirvi intorno un progetto aggiornato al 2014 in avanti. Un progetto che questa volta parta dal basso, dai sindaci che sono i nostri diamanti quelli veri, non quelli ladrati. Un federalismo basato sull'attenzione ai costi standard: non funziona solo per la sanità ma anche per le amministrazioni locali. Un nuovo modello di federalismo con metodi di verifica dei costi standard e attorno a questo progetto confrontarci tra di noi.

© Riproduzione Riservata.