BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

J'ACCUSE/ Sapelli: i capricci di Berlusconi regalano l'Italia agli stranieri

Pubblicazione:

Berlusconi inaugura la nuova sede di Fi (Infophoto)  Berlusconi inaugura la nuova sede di Fi (Infophoto)

Anche qui sempre Machiavelli ci guida: per combattere Venezia si chiamarono i francesi e questi divennero un duro ostacolo che solo l’astuzia e la grandezza di un terribile pontefice riuscì a rintuzzare; ora manca questa astuzia e questa grandezza - ma non i piccoli pontefici, ahimè - e cosi francesi et similia bivaccano nelle ultime ciminiere che ancora fumano, nonostante il terrore giudiziario a cui sono soggette e le linee telefoniche fisse o non fisse che servono per tenere insieme non solo dati e voci, ma sicurezza e unità giuridica di una nazione: esse ululano al vento perché sono divelte.

Le banche controllate dalle fondazioni, ossia dalla nuova politica invisibile e personale delle confraternite, ritrovano improvvisamente il rigore dei conti! Proprio quando le armate giungono in pianura: banche e mediobanche si ritirano lasciando spazio ai nuovi occupanti. È un’altra forma di dimissioni. Non vi è che dire: è l’Anabasi il libro da leggere e da far leggere in un’Italia che si ritira perdendo se stessa.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
01/10/2013 - Situazione italiana (Carla D'Agostino Ungaretti)

Il demonio sta tenendo fede al suo nome e alle sue funzioni ("dià - ballo", ossia "getto attraverso", "creo divisioni") e ora sta esultando e brindando con la sua corte ai suoi successi mai stati, in Italia, così strepitosi.