BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

SCENARIO/ Folli: ora il Letta bis o Saccomanni

Enrico Letta (Infophoto)Enrico Letta (Infophoto)

Penso che ci possano essere due strade percorribili, che si possano fare due tentativi. Il primo è quello di un Letta-bis, dopo aver però trovato per lo meno una nuova base di accordo di governo, Se non ci sarà questo accordo, neppure con la dissidenza che si manifesta nel centrodestra, l'ultima soluzione è quella di una sorta di “governo neutro”, magari presieduto da Fabrizio Saccomanni, ma sto facendo solo un nome, che porti al voto a primavera, dopo aver fatto due o tre cose importanti, decisive in questo momento, come una nuova legge elettorale e la legge di stabilità.

 

Quali possono essere i passaggi per questi due tentativi? Che cosa chiederà Giorgio Napolitano e che cosa suggerirà a Enrico Letta?

Penso che non si possa prescindere da un richiamo alle responsabilità di tutti di fronte a una situazione talmente complicata per il Paese. A mio parere se Letta va in Parlamento non dovrebbe neppure essere molto polemico verso Berlusconi, ma dovrebbe sopratutto sottolineare quello che sta rischiando questo Paese, da un punto di vista politico, sociale ed economico.

 

Il “colpo di fulmine” è stato certamente la mossa di Berlusconi, ma la sensazione è che ci sia un partito trasversale della crisi. Che cosa ne pensa? Non si poteva seguire la strada indicata dal lodo Violante sulla decadenza? In tutti i casi, Berlusconi, dopo la prossima decisione del Tribunale di Milano, dovrebbe decadere ugualmente.

Berlusconi porta la massima responsabilità di questa situazione, ma è vero che sono stati fatti degli errori anche a sinistra. Del resto nel Pd, ci sono molti che vedono la convenienza di andare a votare subito, questo non è un mistero. Ma il problema ormai è la credibilità della classe politica, lo stato del Paese, il malcontento che cresce. In definitiva, gli italiani, a ben vedere, sono anche di “bocca buona”. Bastava un governo che desse segnali per un abbassamento delle tasse e garantisse un minimo di stabilità. In questo modo, con una crisi come questa, dove si va a finire?

 

(Gianluigi Da Rold)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
30/09/2013 - mazzola (Claudio Baleani)

Mazzola, come sarebbe "voi non ci crederete"?

 
30/09/2013 - I governanti ci fan perdere la speranza? (claudia mazzola)

Falchi di qui, iene di là, dimissioni, crisi, aumento dell'iva, ma insomma chi si occupa di noi quaggiù? Gesù pensaci tu, voi non ci crederete ma in Lui si può avere piena fiducia.

 
30/09/2013 - Definizioni (Giuseppe Crippa)

Concordo sulla definizione di Baleani di Bondi come uccello, ma certo non falco.

 
30/09/2013 - Letta bis? Saccomanni? (Claudio Baleani)

Non ci sarà nessun Letta bis e tanto meno un governo Saccomanni. Saccomanni sarà pure un tecnico della Banca d'Italia, ma non è mica un fesso. E quanto a Letta non verrà sfiduciato né dalla camera, né dal senato. La domanda piuttosto dovrebbe essere: che cosa dirà Letta? Se Letta si impegna sulle tasse e sulle riforme costituzionali arriva a fine legislatura. Quanto ai falchi del PDL. Non si tratta della Santanché, ma di Bondi.