BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

BEPPE GRILLO & M5S/ La voglia di potere li divide ma il Pd non li vuole

Beppe Grillo (Infophoto)Beppe Grillo (Infophoto)

Vede, il fatto è che si continua a parlare dell’ipotesi di un appoggio dell’M5S al Pd. Ma il Pd, un vero e proprio appoggio, non gliel’ha mai chiesto. Lo stesso Bersani, all’indomani delle elezioni, chiese loro di dargli la fiducia. Ma non ci fu mai un invito al governo. Non dimentichiamo che gli stessi parlamentari dell’M5S che ora si collocano nel gruppo misto, non sono mai stati contattati da nessuno. Nessuno ha mai fatto loro offerte. Né di ricandidature, né di nient’altro.

 

Resta il fatto che prima o poi la questione delle alleanze con gli altri partiti si ripresenterà.

Vedremo. Nessuno degli attuali parlamentari 5 Stelle ha il seggio riassicurato. Se ci saranno nuove Parlamentarie il gruppo, alla Camera e al Senato, sarà composto in maniera molto diversa, e non è detto che la questione riemerga.

 

Anche Grillo però continua a chiedere elezioni anticipate.

L’ottica di Grillo è diversa. E’ la stessa di sette anni fa, quando a Bologna fece il primo V Day: non ha mai voluto e non vuole costruire un partito, ma eliminare tutto ciò che rappresenta l’attuale politica.

 

C’è una la questione dei parlamentari che rinfacciano al grillismo "una rigidità paragonabile al bigottismo" e a Grillo "aggressività scritta e verbale".

La mia impressione è che si tratti di un gruppo ridotto. Quei cinque o sei nomi che, da mesi, vengono presentati sui giornali. Gli stessi che a tutti i costi vogliono un’alleanza con il Pd. Alleanza che il Pd non gli ha mai offerto. 

 

(Paolo Nessi)

© Riproduzione Riservata.