BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BEPPE GRILLO/ L'uomo dell'anno 2013 è…. Thamsanqa Jantjie

Beppe Grillo colpsice ancora: sul suo blog oggi ha pubblicato il nome che ritiene essere quello dell'uomo dell'anno 2013. La scelta sta provocando le contestazioni degli utenti

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

Sempre provocatorio, sempre controcorrente: Beppe Grillo ha decretato oggi sul suo blog chi sia l'uomo dell'anno, con tanto di finta copertina della rivista Time che invece di Papa Francesco mostra un altro personaggio? Chi è? Si tratta di Thamsanqa Jantjie, il bizzarro personaggio che durante i funerali di Nelson Mandela venne ripreso e visto da milioni di persone in tutto il mondo a spacciarsi per interprete del linguaggio dei sordo muti mentre i grandi della terra tenevano il loro ricordo dello scomparso leader sudafricano. Ecco come lo definisce Grillo: "Uno schizofrenico, con tendenze a scoppi di violenza, che vede gli angeli, che parla solo lo Xhosa, una delle 11 lingue ufficiali del Sudafrica, è l'uomo dell'anno". Pagato 77 dollari all'ora per tradurre nel linguaggio dei segni i discorsi, Jantjie non conosceva affatto il linguaggio dei segni e insomma ha preso in giro tutto il mondo. La motivazione dietro la scelta del personaggio - che ha ammesso lui stesso di essere ammalato di schizofrenia - è questa: "Tutto quello che vedete è falso o forse vero, ma non importa ormai a nessuno. La vita è diventata pura scenografia. Per questo Thamsanqa merita il titolo di uomo dell'anno". La scelta di Grillo però questa volta ha suscitato commenti negativi da parte degli utenti del blog. Qualcuno infatti ha scritto cose di questo tipo: "Non sono riuscita a capire perché, con tanti argomenti esistenti al mondo, si sia voluto iniziare con questa cialtronaggine. Francamente vorrei cose più serie per iniziare il 2014",  e anche: "Ma Beppe ti stai rincoglionendo? Una persona così merita di essere internato a vita e gettata via la chiave".

© Riproduzione Riservata.