BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IL CASO/ Bozzi (padre del ricorso): pronti a ricorrere contro la nuova legge elettorale

Infophoto Infophoto

Ci siamo noi e basta. Non conosco nessun partito. Ho votato per il Partito democratico, ma non conosco nessuno di questi signori che oggi si presentano a dire che adesso si fa una nuova legge elettorale; e non si sa per quale motivo, visto che la legge elettorale già c'è. Spero solo che non si debba costringere un'altra volta la Corte di cassazione a promuovere un nuovo giudizio di legittimità davanti alla Consulta. Perché questo avverrebbe.

In quale caso avverrebbe, scusi?
Nel caso in cui si dovessero introdurre delle norme costituzionali, o si facesse una nuova legge elettorale così come ne ho sentito parlare, per esempio, nei giorni scorsi. Ho sentito il segretario di un partito di maggioranza parlare di bipolarismo. Io nella Costituzione all'articolo 49 leggo pluralismo, non bipolarismo.

Si riferisce a Matteo Renzi?
Non so, dica lei quello che vuole. La stessa sentenza della Corte fa riferimento all'articolo 49 della Costituzione. Non si può fare una legge elettorale che induca i cittadini a scegliere tra due partiti. Ce ne possono essere cento, mille di partiti, non importa, non è questo il punto: si devono creare le condizioni, costituzionalmente garantite, perché i cittadini si possano riunire per concorrere con i partiti all'elezione dei nostri organi costituzionali...

Adesso le condizioni ci sono. Quindi?
...Se poi uno o due partiti, con la forza politica e le buone idee, finiscono per essere i principali o gli unici, benissimo. Non siamo contrari a un bipolarismo creato dal consenso, ma a un bipolarismo imposto per legge.

Davanti alla Consulta pende un ricorso contro la legge elettorale della regione Lombardia.
Sì. L'eccezione di costituzionalità porta anche la mia firma.

(Federico Ferraù)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
15/01/2014 - Bravo Bozzi! (Giuseppe Crippa)

Non so se gli sforzi dell’avv. Bozzi – col quale condivido l’avversione a questo bipolarismo non costituzionale imposto dai politici - saranno coronati da altri successi ma a lui va tutta la mia stima per quanto ha fatto e sta facendo! A proposito: l’allusione ad un segretario di partito di maggioranza non era rivolta a Renzi ma ad Alfano…