BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BEPPE GRILLO FLOP/ Furio Colombo: perché lui (e Renzi) non imparano dal Papa?

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Beppe Grillo (Infophoto)  Beppe Grillo (Infophoto)

Emerge il fatto che Casaleggio è un cattivo consigliere. Non è lo strepitoso mago nascosto nell’ombra alle spalle del leader, il guru capace di incredibili colpi che lasciano tutti attoniti e stupefatti. Il fatto stesso che Casaleggio non abbia mai sorriso la dice lunga. Sorridere è una caratteristica degli esseri umani che gli animali non possiedono. Il sorriso entra nella comunicazione non perché si voglia essere allegri o incoraggianti, ma perché fa parte dei quattro o cinque strumenti fondamentali di rappresentazione del volto umano. Non avere mai sorriso è un errore che limita fortemente la qualità del comunicatore in questione.

 

Non è quindi solo un fatto di temperamento?

No. Non è possibile che Casaleggio sia costantemente privo di un momento di illuminazione, di rasserenamento e di incoraggiamento per coloro che vuole avere come seguaci. Il comportamento di Papa Francesco dimostra quanto sia importante fare il contrario. Bergoglio è entrato sulla scena con un sorriso, e lo ha fatto pur non avendo assolutamente preso alla leggera i problemi della Chiesa. Anzi mai nessun altro Papa da secoli li aveva affrontati subito e direttamente come ha fatto lui. La cupezza di Casaleggio mi segnala un’amputazione negli strumenti comunicativi che non conoscevo prima e di cui non so rendermi conto neanche adesso.

 

In virtù di che cosa un Pontefice può trasformarsi in un comunicatore migliore di chi come Grillo o Casaleggio ha fatto della comunicazione il suo pane quotidiano?

Perché in qualsiasi situazione della vita è indispensabile avere un certo grado di empatia, cioè sentire vero interesse e vera preoccupazione verso l’altro. Il Papa ha dato l’impressione di occuparsi prima di tutto delle persone a cui parlava. Grillo, come Renzi e quasi tutti i politici di professione, dà l’impressione di occuparsi prima di tutto di se stesso, e di avere come ansia un modo di affermarsi in modo da avere più margine di successo del rivale. La gente capisce subito quando qualcuno, come Grillo e Renzi, sta lavorando per se stesso, e allora il suo interesse nei loro confronti diminuisce.

 

Perché invece Papa Francesco sembra avere conquistato anche molti non credenti?

Perché di fronte a questo Papa io, come molti altri non credenti, ho sempre l’impressione che si sta occupando di me, e non di se stesso, e quindi sto più attento. Anche se non credo in lui come Papa in quanto vicario di Cristo sulla terra, percepisco ogni volta il fatto che Bergoglio parla sempre di cose che preoccupano noi uomini, e non di ciò che preoccupa lui. Francesco non ha al centro dei suoi pensieri il Papato da gestire ma la gente a cui si rivolge. Questo è un segreto che la politica sembra non avere scoperto, e a quanto pare neppure chi sulla scena politica dovrebbe rappresentare il “nuovo” e si propone in quanto tale, come appunto Grillo e Renzi.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
03/01/2014 - il segreto (luisella martin)

Non sono solo i politici a non aver capito il segreto di Papa Francesco, ma anche moltissimi professori, banchieri, medici, artigiani, contadini, giornalisti, star televisive e altri non l'hanno capito... Fra quelli che l'hanno capito c'è Furio Colombo che, se metterà in pratica il segreto del Papa, diventerà famoso e molto felice, ma credo, ahimè, molto povero e senza lavoro ...

 
02/01/2014 - Bravo Furio. (luciano dario lupano)

Ex manager Fiat della cilindrata del prode De Benedetti, perchè finalmente non Ti preoccupi di tutti gli intrallazzoni che ci hanno portato allo sfascio economico e soprattutto etico, e ne dovresti conoscere molti considerando l'area in cui "gloriosamente" Vi battete! Da che pulpito!!!

 
02/01/2014 - Cambiano i suonatori ma la musica è sempre quella! (Massimo Schiavi)

Povero Furio è inferocito contro Beppe perchè non ascolta le sirene del PD. Prima ci ha provato Bersani (quello che smacchiava il giaguaro) e ora Matteo Renzi che propone :Beppe dammi una mano subito a smacchiare il Senato dove non abbiamo la maggioranza così rimane solo la Camera dove con il 30% (di im-brogli)+ tutti i deputati incostituzionalli che ci guarderemo bene dal mollare potremo finalmente governare senza controlli questo popolo idiota tartassandolo bene bene ! Bravo Orlando Furioso