BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IL CASO/ Fiano (Pd): non accettiamo ricatti dai cuperliani

Infophoto Infophoto

Cercheranno senza dubbio di apportare delle modifiche, ma mi auguro che si rimetteranno alle decisioni della maggioranza del gruppo se vedranno che risulteranno impossibili per la tenuta della maggioranza o dell’accordo stesso. La linea del segretario verrà comunque mantenuta, anche perché tutti loro apprezzano comunque l’impianto complessivo.

 

Quali saranno i punti di maggior contrasto?

Innanzitutto le preferenze, anche se non si tratta di una delle proposte “storiche” del Pd. Tra queste c'è invece il doppio turno di collegio, un sistema che accresce la spinta coalizionale per produrre maggioranze eque e quindi governi più stabili e duraturi.

 

Per quanto riguarda il rapporto tra elettore ed eletto?

Francamente non sono d’accordo sulle critiche legate alle preferenze. Rimanendo fedele alla proposta del Pd che le ho appena citato, ed essendo questa l’unica ipotesi che ho visto avanzare finora, la battaglia delle preferenze può essere anche considerata legittima, ma non fa parte di quelle che il Pd ha portato avanti nei mesi precedenti. Bisogna poi considerare i pregi ma anche i tanti difetti dello strumento delle preferenze.

 

Quali?

Ovviamente permette di scegliere direttamente chi si vuole mandare in Parlamento, ma dall’altra parte abbiamo visto che in alcune Regioni, non solo del Sud, ha portato a ingenti infiltrazioni della criminalità organizzata. Vorrei poi ricordare che abbiamo già sperimentato una “medicina” per evitare lo strapotere delle segreterie di partito, cioè le primarie.

 

Come vi porrete invece di fronte ad eventuali polemiche da parte di Forza Italia che prevede che il patto con Berlusconi venga rispettato?

Il patto verrà rispettato, a meno che tutti insieme non si decida di introdurre modifiche e miglioramenti.

 

(Claudio Perlini)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
23/01/2014 - Mon Dieu, mon Dieu! (Luigi PATRINI)

Mon Dieu! Siamo ridotti a sperare che Rosy Bindi ci salvi dall'Italicum messo in piedi dal duo Renzi-Berlusconi! Forza Rosy, è il momento per prenderti la rivincita su chi ha detto di te che sei "più bella che intelligente"! Fagliela pagare!