BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

ITALICUM/ Zanon (Csm): preferenze, la soluzione c'è

InfophotoInfophoto

Le preferenze possono essere entrambe le cose, favorire il voto d’opinione oppure chi fa politica con metodi clientelari. Tradizionalmente si dice che ci sono zone del nostro Paese in cui le preferenze sono utilizzate come strumento di una politica clientelare che confina poi anche con aspetti di rilevanza penale. Penso alla fattispecie del 416 ter del Codice penale, cioè al voto di scambio mafioso. Si tratta di un aspetto sicuramente negativo, che si aggiunge al fatto che la preferenza induce contrasti anche interni ai partiti. E’ evidente che un leader come Renzi ha scarso interesse alle preferenze perché in questa situazione non si sente sicuro dell’apparato del Pd, che è ancora legato alla vecchia leadership. L’uso delle preferenze non andrebbe quindi a favore dei candidati vicini a Renzi. Ma bisogna anche tenere conto del fatto che le preferenze fanno lievitare i costi della campagna elettorale.

 

Da un punto di vista politico le preferenze hanno anche degli aspetti positivi?

Sì. Ci troviamo in un periodo di forte delegittimazione dell’intera classe politica che soffre di una crisi di autorevolezza e di prestigio. L’introduzione di un sistema che consenta almeno una preferenza potrebbe essere considerato un modo per ridare prestigio, autorevolezza e forza ai candidati, proprio perché sarebbero eletti attraverso l’uso della scelta da parte dell’elettore come voto d’opinione, come capacità e volontà di scegliere una persona nella quale ci si riconosce e si mostra di avere fiducia.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
25/01/2014 - Una sola preferenza è più che sufficiente (Giuseppe Crippa)

Francamente non capisco quale soluzione indichi il prof. Zanon per convincere PD e Forza Italia ad accettare il fatto che l’elettore possa esprimere una preferenza. Vorrei comunque sottolineare il fatto che non mi pare, a differenza di quanto sembri supporre l’intervistato, che ci siano partiti che chiedano più di una preferenza.