BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

BERLUSCONI CANDIDATO?/ Taormina: è possibile, grazie all'Europa...

Silvio Berlusconi (Infophoto)Silvio Berlusconi (Infophoto)

Nel caso di Berlusconi l’inoperatività della carenza di elettorato passivo, in Italia come in Europa.

 

Qualora venisse sancito dalla Corte di Strasburgo che la legge Severino non è retroattiva e Berlusconi venisse riabilitato, a cosa mira secondo lei il Cavaliere? Non certo all’Europa...

 No, a lui in questo momento interessa, dal punto di vista giuridico, essere nella condizione di potersi ricandidare. E naturalmente gli interessa candidarsi in Italia. Dipende da quello che deciderà l’Europa. Ripeto, la decisione che dovessero assumere in sede europea avrebbe efficacia in Italia. Rispetto alla sentenza passata in giudicato, comunque alle conseguenze derivanti dalla legge Severino, c’è ancora un momento di esecuzione della decisione che lo ha condannato. E il giudice dell’esecuzione, laddove in Europa si affermasse che la decadenza non poteva essere applicata perché la norma non era retroattiva, non potrà che intervenire stabilendo che anche nel caso di Berlusconi non poteva essere fatta valere.

© Riproduzione Riservata.