BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MATTEO RENZI/ In streaming video la conferenza stampa del sindaco di Firenze: abusivi anche i parlamentari cinque stelle

In streaming video e diretta tv la conferenza stampa della riunione della nuova segreteria del Pd a Firenze capitanata dal nuovo segretario Matteo Renzi. Ha detto Renzi

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

In streaming video e diretta tv come seguire la conferenza stampa della segreteria del Pd a Firenze. Andando invece sul tema dell'economia, Renzi ha detto come il merito della grande discesa dello spread di questi ultimi giorni vada iscritto a Draghi: "per quei dati dobbiamo ringraziare non solo i governi succeduti ma un italiano che ha lavorato nell'interesse dell'Europa: Mario Draghi, è suo il merito fondamentale". Poi un messaggio diretto a Beppe Grillo che ancora oggi ha chiesto lo scioglimento del parlamento perché ci sarebbero 150 parlamentari eletti in modo abusivi per via del porcellum: "Se vale il principio che in parlamento ci sono degli abusivi, i primi abusivi sono i suoi. Se sono così convinti che sono tutti abusivi, allora diano il buon esempio".

In streaming video e diretta tv come seguire la conferenza stampa della segreteria del Pd a Firenze. Sul tema delle Unioni civili Renzi attacca a fondo i suoi alleati del Ncd. Dopo aver ricordato ad Alfano che nei governi da lui sostenuti la famiglia è sempre stata penalizzata, se la prende con Giovanardi: "Trovo discutibile contestare un provvedimento sulle unioni civili non sulla base del fatto che uno non le condivida, ma mettendo contro la famiglia. Le coppie dello stesso sesso devono avere diritti degni di un Paese civile. Mi scappa da sorridere: sono stato accusato di essere il più prudente su questo tema nel partito ma ora nella rappresentazione iconografica del noto statista Giovanardi sono diventato il pericolo pubblico numero uno".

In streaming video e diretta tv come seguire la conferenza stampa della segreteria del Pd a Firenze. E' cominciata la conferenza stampa di Matteo Renzi. Il segretario del Pd spiega i contenuti della riunione della segreteria, sottolineando come "La prossima settimana si dovrà iniziare a tirare la rete sulla riforma della legge elettorale per poi partire con la procedura parlamentare. In tre giorni si sono fatti più passi avanti che in 3 anni". A proposito degli altri argomenti affrontati, chiede al Nuovo centrodestra di non usare l'argomento delle unioni civili gay come "un'arma di distrazione di massa": "Se l'unico problema con Alfanoè quello delle unioni civili, dopo la presentazione delle nostre proposte, fatemi dire che è andata di lusso. Sulla famiglia non mi faro certo scavalcare da Alfano né da Carlo Giovanardi. I governi da loro partecipati hanno azzerato il fondo per la famiglia".

In streaming video e diretta tv come seguire la conferenza stampa della segreteria del Pd a Firenze. Si è riunita oggi a Firenze per la prima volta invece che nell'usuale sede di Roma la nuova segreteria del Pd alla presenza di Matteo Renzi. La riunione si tiene non nella sede del partito ma in quella del comitato elettorale del sindaco di Firenze, due segnali della distanza che secondo alcuni Renzi sta mettendo dai palazzi della politica. Tra gli argomenti discussi il Job Act, nel tentativo di stilare un abbozzo concreto da presentare in direzione del partito. Parlando con i giornalisti il presidente della regione Friuli Debora Serracchiani ha anche accennato al tema delle unioni civili, tema che ha suscitato il no convinto del Nuovo centrodestra: "Noi non vogliamo solo le unioni civili ma un Paese civile. Facciamo una trattativa con chi ci sta perché siamo un Paese che ha bisogno di risposte. Sulla legge elettorale  serve una riforma che dia governabilità e nuova credibilità all'Italia. Abbiamo fatto proposte chiare e ora sta agli altri dire se sono d'accordo o no. Noi siamo pronti alla trattativa fino in fondo" ha detto. Presenti alla riunione che il responsabile del partito per gli enti locali Stefano Bonaccini, la già citata  responsabile per le infrastrutture Debora Serracchiani e quello per le riforme Francesco Nicodemo.

© Riproduzione Riservata.