BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LEGGE ELETTORALE/ Ceccanti: Renzi, la spagnola conviene solo a Berlusconi

Pubblicazione:giovedì 9 gennaio 2014 - Ultimo aggiornamento:giovedì 9 gennaio 2014, 9.07

Silvio Berlusconi (Infophoto) Silvio Berlusconi (Infophoto)

No, nessuno dei due ha sostenuto questa posizione. Il modello spagnolo è uno dei tre schemi attorno a cui si lavora, e la scelta finale dipenderà anche dal modo in cui si sta atteggiando il Nuovo Centro Destra. Se Alfano è disponibile in tempi brevi a fare un accordo che parta dalla maggioranza o sul Mattarellum corretto oppure sul sistema dei sindaci, il modello spagnolo potrebbe finire per essere accantonato.

 

Quindi il fatto che Alfano stia temporeggiando aumenta gli spazi di manovra di Berlusconi?

Sì, Alfano deve accelerare i tempi perché anche se non si vuole andare a votare nell’immediato, dopo la sentenza della Corte costituzionale è necessario approvare una nuova legge elettorale. Il Nuovo Centro Destra sta nella maggioranza di governo e ha una posizione rilevante. Se vuole evitare che ci sia un accordo tra Renzi e Berlusconi deve in qualche modo accelerare i tempi su una delle altre due ipotesi.

 

Ma Alfano inizialmente non si era detto a favore del modello dei sindaci?

Il ragionamento di NCD, come ha spiegato il ministro per le Riforme, Gaetano Quagliariello, è che il sistema elettorale dei sindaci ha senso se la Camera che dà la fiducia è una sola. Altrimenti rischiamo che ci sia un secondo turno tra coalizioni diverse per la Camera e per il Senato, e che i vincitori possano essere differenti.

 

Come può essere risolto questo problema?

Una prima soluzione potrebbe essere quella di approvare due leggi fotocopia, una per la Camera e una per il Senato. Nel frattempo si avvia la riforma costituzionale per modificare il bicameralismo perfetto e togliere la fiducia al Senato. Quando questa modifica sarà stata approvata resterà quindi in piedi solo la nuova legge elettorale relativa alla Camera.

 

Secondo lei che cosa dovrebbe fare Alfano?

Quello che il Nuovo Centro Destra non può chiedere è che il Pd resti fermo in attesa della riforma costituzionale. Questo è il momento in cui NCD si deve assumere le sue responsabilità fino in fondo. Lo ha fatto impegnandosi per fare andare avanti il governo, ora lo faccia anche dando una prospettiva certa alla legge elettorale.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.