BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

MATRIMONIO GAY/ Alfano: se il Pd lo propone ce ne andiamo dal governo

Nuovo avvertimento del leader del Nuovo Centrodestra Angelino Alfano al Partito Democratico: "Se propongono il matrimonio gay ce ne andiamo un attimo prima a gambe levate"

Foto: InfoPhotoFoto: InfoPhoto

Nuovo avvertimento del leader del Nuovo Centrodestra Angelino Alfano al Partito Democratico: "Se propongono il matrimonio gay, ce ne andiamo un attimo prima a gambe levate e denunciandolo all'opinione pubblica”, ha detto il vicepremier intervenuto oggi al Tempio di Adriano di Roma alla presentazione del libro “I moderati - Per un nuovo umanesimo politico", scritto da Gaetano Quagliariello, Eugenia Roccella e Maurizio Sacconi. “Siamo in un governo con la sinistra, ma è sufficiente leggere la rassegna stampa delle ultime 96 ore per rendersi conto che se non ci fossimo noi, la sinistra riterrebbe normale legalizzare la canna, i matrimoni e le adozioni ai gay e spalancherebbe le frontiere”, ha aggiunto Alfano, secondo cui “questo è il riformismo della sinistra, il loro universo valoriale". Poi ha concluso: “Siamo al governo per fare scudo a delle cose che la sinistra farebbe se non ci fossimo noi che crediamo che la famiglia sia composta da un uomo e da una donna. Siamo i riformatori di un campo alternativo alla sinistra. Sappiamo quello che c'è da riformare e quello che c'è da conservare".

© Riproduzione Riservata.
COMMENTI
09/01/2014 - Matrimonio (luisella martin)

Credo che sia proprio l'idea di matrimonio - unione tra individui diversi, al fine di procreare (creare il nuovo), al fine di volersi bene lealmente, per sostenersi, rispettarsi, mettere le proprie energie in comune - credo che sia proprio il concetto di stare insieme al governo quello che Alfano non riesce a digerire e il matrimonio fra gay è solo un pretesto! Naturalmente nel privato egli rispetta il proprio vincolo matrimoniale, ma si sa, per tutti i nostri politici, un conto sono gli affari personali, un conto quelli del popolo che governano. Tutti, Berlusconi compreso, chi con maggiore eleganza, chi in modo più volgare, di destra, di centro e di sinistra, ci hanno fatto capire che i principi, i valori, valgono per loro ben più del benessere dei cittadini. Ciascuno di loro si ferma sulla strada di Gerico, guarda il popolo picchiato, sanguinante, sporco per terra e tira avanti verso le prossime elezioni!