BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ANTI-RENZI/ Civati: perché Matteo non dice che ci governa qualcun altro?

Dopo la vittoria di Renzi in direzione Pd, la frattura nel partito non è ricomposta, anche se la minoranza si adeguerà alle decisioni di voto. PIPPO CIVATI "smonta" articolo 18 e e Tfr

Pippo Civati (Infophoto) Pippo Civati (Infophoto)

Dopo la schiacciante vittoria di Renzi in direzione Pd e il voto di un documento non unitario, la minoranza del partito sembra avere margini di manovra molto stretti. Alternative fuori dal Pd non ce ne sono, e per questo l'unica chance è dare battaglia al Senato. Dove i numeri potrebbero anche riservare sorprese. Pippo Civati, storico oppositore del premier, non gliela manda a dire: scopra le carte, dica subito se vuole andare al voto, se saremo commissariati, o —peggio — se governa sotto dettatura.

Civati, cosa sta succedendo all'interno del Pd?
La vera novità è che la minoranza critica si allarga, invece di restringersi come si è letto in giro.

Ne è sicuro?
Sì, perché Renzi aveva già sulla carta i voti di chi ha votato con lui. L'unica aggiunta sono i Giovani turchi, i quali però stanno col segretario da tempo e infatti sono stati premiati… Mentre prima la voce fuori dal coro rispetto alle questioni politiche di fondo ero solo io, la mozione di minoranza si è estesa ad altre individualità non banali, definiamole così. E poi…

E poi?
Non si era mai andati così in fondo, nel merito, a questioni importanti come si è fatto lunedì  per la prima volta. Di solito è così: se non si affronta un problema nel modo dovuto, prima o poi la questione di merito emerge.

Ogni occasione è buona per polemizzare con Renzi, insomma. Al sussidiario Francesco Boccia, lettiano, ha detto che per quello che Renzi vuole fare manca la copertura.
E Boccia è anche presidente della commissione Bilancio della Camera. Guardi, una delle domande non retoriche che ho fatto a Renzi durante la discussione è stata proprio questa: facci vedere un foglio excel con i costi previsti. Un normalissimo foglio excel come quello che Renzi chiedeva a Enrico Letta.

Risposta?
Quando in direzione Renzi ha parlato di cifre in vista della legge di stabilità, è stato così veloce e stringato che non ho fatto nemmeno in tempo a prendere appunti… Se Renzi vuole davvero intervenire sugli ammortizzatori, come sembra, deve dirci anche come intende finanziarli.

Il lavoro diventerà più precario?
Bisognerebbe innanzitutto capire quanti contratti rimangono oltre al contratto unico di cui si parla. Se è unico, per definizione dovrebbero rimanere fuori delle forme residuali. Intanto, se un imprenditore ha due strumenti, il contratto unico a tutele crescenti e quello a tempo determinato di Poletti, che può essere gestito nel corso di tre anni con grande libertà, secondo lei che cosa fa?

E l'articolo 18?
Per ora abbiamo una strana rilettura della riforma Fornero, a riprova che non si tratta di un testo di 44 anni fa ma di due. Renzi ha la responsabilità di aver fatto una campagna feroce dal punto di vista mediatico, per poi fare una retromarcia verso una soluzione pasticciata e confusa.

Lei cosa avrebbe fatto?


COMMENTI
03/10/2014 - Civati dice giusto (Renata Dal Dosso)

la mia opinione e che Renzi quando parla non dice cose specifiche, come se non sapesse bene nemmeno lui di cosa sta parlando. come parla lui sono capace pure io. non è mai specifico e preciso vedi art,18,Io direi a Renzi: perchè non produciamo più televisori, elettrodomestici, le aziende sono andate vie ma la manodopera in grado di produrli c'è magari coinvolgendo giovani universitari che danno idee concrete potrebbero loro progettare i prodotti magari con materiali innovativi, La fiat è andata e perchè non rimettersi a produrre auto. la manodopera c'è. avevamo un azienda che produceva bus la fiat l'ha chiuso e gli operai hanno la mobilità per 4 anni ma anzichè pagare per non fare niente,perchè non rimetterla in moto. i bus arrivano dalla polonia. i ns laureati hanno vinto un concorso per disegnare un nuovo modello di auto per una casa tedesca.e Renzi cosa vuole fare? ha un bacino di giovani preparatissimi ma non considerati.