BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CGIL IN PIAZZA/ Salvini (Lega): Renzi e Camusso hanno fallito, la sinistra siamo noi

Pubblicazione:sabato 25 ottobre 2014

Matteo Salvini (Infophoto) Matteo Salvini (Infophoto)

No, il federalismo è il futuro. Premiare le eccellenze e le identità locali è il futuro. Più Bruxelles tende ad accentrare, più Scozia, Catalogna e Fiandre sono la risposta.

 

Il vero nemico non è più Roma ma Bruxelles?

Entrambi sono dei nemici. Il 70 per cento di quello che si vota a Roma arriva da Bruxelles, e quindi la battaglia spesso e volentieri bisogna farla a monte, non a valle.

 

Che cosa è cambiato nei contenuti della Lega nord da quando lei è segretario?

C’è stata la presa d’atto che l’Europa, che poteva essere una bellissima scommessa, si sta rivelando una prigione. Da qui le missioni in Russia e l’alleanza con la Le Pen. Se oggi secondo i sondaggi la Lega nord sta correndo è perché le idee sono buone, non è per i miei meriti personali.

 

Quale futuro vede per la Lega con l’Italicum?

Il Parlamento non riuscirà ad approvare una legge elettorale. Hanno già cambiato idea quattro volte, poi per quanto riguarda la Lega non è un problema.

 

Vi alleerete con Forza Italia?

Non è detto, può essere di sì e può essere di no. Se i progetti non coincidono, non necessariamente mi devo alleare con qualcuno.

 

L’Italicum è una buona legge?

L’Italicum è una porcheria, perché ha le liste bloccate, non ha le preferenze e non permette ai cittadini di scegliere. Non so come andrà a finire, ma di certo non è una legge democratica. Non è però sulla legge elettorale che la Lega farà le barricate.

 

La legislatura andrà avanti fino al 2018?

No, figuriamoci. Renzi vorrà andare a votare prima perché sa benissimo che in economia non riuscirà a combinare niente. Non può andare avanti a promettere 80 euro a tutti.

 

Napolitano accetterà di sciogliere le camere anticipatamente?

Sì, ammesso che sarà ancora Napolitano il presidente della Repubblica in carica.

 

Quando andremo al voto?

Presto, perché tutti i dati economici, dalla disoccupazione al debito pubblico, alla produzione industriale, sono negativi. E sono negativi perché Renzi non ha coraggio.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.