BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PD/ Crollo degli iscritti, in un anno sono meno di centomila

Che fine ha fatto la base del Partito Democratico? Il Pd, che ha stravinto le elezioni europee del 25 maggio ha perso 400mila iscritti in un anno. Lo studio de La Repubblica

(Infophoto) (Infophoto)

Che fine ha fatto la base del Partito Democratico? Il Pd, che ha stravinto le elezioni europee del 25 maggio – conquistando uno storico 40.81% – ha perso 400mila iscritti in un anno. È quanto rivela uno studio condotto da La Repubblica: urne piene, tessere volatilizzate. Il primo segnale di crisi importante era arrivato con l’affluenza flop alla Primarie in Emilia Romagna: appena 58mila elettori ai gazebo. I militanti, ad oggi, sono meno (forse molto meno) di 100mila, ben 5 volte meno rispetto al 2013, quando – scrive sempre il quotidiano di Scalfari, i tesserati toccavano quota 539.354. Le regioni dove la crisi dem è più forte sono Sicilia, Basilicata, Molise, Sardegna, Puglia e Campania. La struttura tradizionale del partito “di sinistra” è in piena mutazione, ad opera anche dello stesso segretario Matteo Renzi. Il cambio di identità e la metamorfosi verso un partito all’americana è in atto: è un bene o un male? 11.172.861 i voti presi pochi mesi fa sono comunque una risposta.

© Riproduzione Riservata.