BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IL CASO/ Mineo (minoranza Pd): Renzi deve scegliere tra noi e Sacconi

Pubblicazione:

Matteo Renzi (Infophoto)  Matteo Renzi (Infophoto)

Non ne ho idea. Se fossi stato io al posto di Renzi non avrei accettato di fare il colpo di mano ai danni di Letta in corso d’opera. Avrei fatto una legge elettorale il più possibile secondo le indicazioni della Corte costituzionale, e se la maggioranza raccogliticcia che ci troviamo non avesse retto sarei andato al voto. Renzi ha scelto un’altra linea, ma è un fatto che il vero azionista di maggioranza dell’attuale accordo per le riforme è Berlusconi. Ricordo che la riforma del Senato è stata approvata in prima lettura con molti meno voti di quanti ci si potesse aspettare, e senza il concorso di Berlusconi non sarebbe passata.

 

Andiamo a votare domani con la legge elettorale rimasta in piedi dopo la sentenza della Consulta?

Sì, noi siamo pronti a farlo. Se si andasse al voto con il Consultellum, probabilmente dopo il voto Renzi dovrebbe governare con Berlusconi. Almeno lo farebbe però sulla base di un accordo chiaro, come succede in Germania tra la Merkel e l’Spd. Ora invece ci troviamo con un governo che ha tre maggioranze diverse, e non si capisce mai quale sia quella che sta dettando l’azione concreta.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.