BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ITALICUM 2/ Giannuli (M5S): una legge truffa che prepara nuove elezioni

Beppe Grillo (Infophoto) Beppe Grillo (Infophoto)

Il fatto che non c’è una ragione per la quale tutti i capilista debbano essere bloccati e uscire nominati “per grazia divina”. Se si volevano garantire i dirigenti di partito, sarebbe stato molto meglio fare il listino nazionale. E’ evidente quindi che questa è una legge elettorale ritagliata sulle esigenze di Pd e Forza Italia. Tra l’altro l’ottica adottata da Renzi e Berlusconi è molto miope, perché è ritagliata sugli interessi momentanei. Nelle prossime elezioni magari cambieranno i loro consensi, e allora modificheranno pure la legge elettorale.

 

Secondo lei la legge elettorale è incostituzionale?

Certo che è incostituzionale, ma non perché sia fatta su misura delle esigenze di Renzi e Berlusconi bensì perché va contro le indicazioni della sentenza della Corte costituzionale.

 

Lei che cosa propone?

Io ho fatta mia la proposta del Movimento 5 Stelle, sia pure con gli adattamenti emersi grazie alla consultazione online, e non vedo perché dovremmo cambiare posizione. La proposta iniziale è stata poi ulteriormente semplificata durante gli incontri iniziali con Renzi. Quella è la proposta definitiva e non vedo perché dovremmo cambiarla. Renzi accelera perché vuole dare una legge elettorale al Paese o perché vuole votare? Lo chieda a Renzi.

 

Ma di fatto la ritiene una legge elettorale opportunista?

Sì, questa è una legge elettorale opportunista che serve momentaneamente agli interessi dei pochi che hanno deciso di approvarla. Dopo di che la fretta fa sospettare che vogliano andare al più presto a elezioni anticipate. Il sospetto però non è una certezza. Noi possiamo quindi fare questo ragionamento, ma poi dovremo vedere quale piega prenderà questa legislatura e come andranno le cose.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.